Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 22:51

«Matera 2019» brinda al 2015 con festa europea

 MATERA – La città di Matera – che nello scorso mese di ottobre è stata designata Capitale europea della Cultura per il 2019 – ha brindato all’arrivo del 2015 con una festa "europea" nel centro storico, a pochi passi dai rioni Sassi: turisti, tra i quali molti stranieri, e materani hanno partecipato alla festa "One Night in Europe", in piazza Giovanni Pascoli, sulle note della musica di tre deejay.
«Matera 2019» brinda al 2015 con festa europea
 MATERA – La città di Matera – che nello scorso mese di ottobre è stata designata Capitale europea della Cultura per il 2019 – ha brindato all’arrivo del 2015 con una festa "europea" nel centro storico, a pochi passi dai rioni Sassi: turisti, tra i quali molti stranieri, e materani hanno partecipato alla festa "One Night in Europe", in piazza Giovanni Pascoli, sulle note della musica di tre deejay.

Sul palco, c'erano il "padrone di casa", Damiano Fragasso, e i rappresentanti delle due città Capitali europee della Cultura per il 2015, Rudeboy da Pilsen (Repubblica Ceca) e Alex Palmer da Mons (Belgio). I tre artisti hanno proposto una playlist di 45 brani, per gran parte di musica elettronica, scelti da chi nei giorni scorsi ha votato sul sito www.matera2019.it. La musica è stata "animata" da una sequenza di immagini live proiettate sulla facciata di Palazzo Lanfranchi dal visual artist materano Luca Acito.

In piazza Pascoli c'erano non solo i giovani ma anche tanti turisti che dai rioni Sassi hanno raggiunto il centro per divertirsi e per scattare selfie e foto che hanno fatto il giro del web, tra brindisi di spumante lucano e luoghi o simboli unici, come l’"Albero di Natale dell’Ulivo" di piazza Vittorio Veneto, illuminato da 36 mila lampadine a led.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione