Cerca

Perde il lavoro e ricomincia aiutando gli altri

di CARMELA COSENTINO
MATERA - Una storia diversa, di speranza e di forza. È la storia di Sergio Bellomo, materano, che all’età di 50 anni ha perso il lavoro, ritrovandosi di punto in bianco, senza un futuro certo e con una famiglia alle spalle. Ma non si è arreso. Si è fatto coraggio. Ha accettato ogni lavoro che gli capitasse per mano. Ha deciso di cambiare vita. Ha guardato al terzo settore e al volontariato
Perde il lavoro e ricomincia aiutando gli altri
di CARMELA COSENTINO
MATERA - Una storia diversa, di speranza e di forza. È la storia di Sergio Bellomo, materano, che all’età di 50 anni ha perso il lavoro, ritrovandosi di punto in bianco, senza un futuro certo e con una famiglia alle spalle. Ma non si è arreso. Si è fatto coraggio. Ha accettato ogni lavoro che gli capitasse per mano. Ha vissuto momenti difficili, ha avuto attimi di sconforto, ma alla fine «il disagio mi ha fortificato – sottolinea –e mi ha fatto guardare con occhi diversi il mondo».
Ha deciso di cambiare vita. Ha guardato al terzo settore e al volontariato.

«Lì – racconta –ho dato una mano come potevo. Ho capito che anche i meno fortunati, coloro che hanno problemi fisici hanno diritto ad una vita felice, a muoversi senza barriere. Così ho pensato di inventarmi un’idea imprenditoriale chemi permettesse di aiutare le persone con difficoltà fisiche perché anche loro hanno il diritto di “viaggiare” e non solo di “spostarsi”. Mi sono fatto coraggio e con l’aiuto di miamoglie ho presentato a Sviluppo Basilicata un progetto per noleggio con conducente destinato alle persone con difficoltà di deambulazione. Dopo quasi un anno di attesa è arrivata la convocazione per il colloquio motivazionale e dopo qualche mese ce l’ho fatta. Hanno creduto in me e mi hanno concesso il prestito. Con quei soldi ho acquistato un mezzo comodo e sicuro per trasportare fino a due carrozzine e un massimo di 6 passeggeri, per qualsiasi esigenza. Adesso sono pronto per questa avventura e sono a disposizione di tutte le associazioni che ne facciano richiesta, per le strutture sanitarie, turistiche, ricettive, sportive e per le persone che hanno bisogno del mio servizio» Sergio, oggi inizierà a lavorare per Matera per te.

«Ho accettato subito la proposta di collaborazione che mi è arrivata da questa associazione – dice – perché condivido gli scopi sociali. Finalmente anche i nostri amici con problemi di deambulazione avranno la possibilità di vivere momenti sereni senza difficoltà, e potranno scoprire le bellezze del nostro territorio». Il servizio che si chiama “Sergio’s Shuttle Matera” sarà presentato oggi, dalle 10 alle 22, in piazza Vittorio Veneto, ed è inserito nel più ampio progetto “Ti accompagno” promosso dall’Associazione di promozione sociale materana. «Un progetto – sottolinea Antonio Deluca, presidente di Matera per te – nat o per favorire la mobilità di tutte quelle persone che per vari motivi non possono spostarsi autonomamente per raggiungere ospedali o dottori per visite mediche specialistiche, ma anche per dare ai cittadini materani e ai turisti la possibilità di raggiungere e visitare i posti meravigliosi che la nostra città e il nostro territorio offrono, mediante una navetta adeguatamente attrezzata. Attraverso l’accordo firmato con la ditta “Sergio’s Shuttle Matera”, l’associazione infatti metterà a disposizione un veicolo dotato di una pedana laterale per agevolare la salita e la discesa e di un sollevatore elettrico a doppio braccio per il sollevamento diqualsiasi tipo di carrozzina, elettrica o manuale. Non solo tutti gli associati riceveranno uno sconto sul tariffario, ma da oggi, partirà una raccolta fondi per permettere ai più bisognosi, di poter utilizzare gratuitamente il servizio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400