Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 07:00

Dia sequestra i beni a imprenditore Bernalda

MATERA - Il provvedimento ha interessato. 16 immobili, tra abitazioni, opifici, locali e terreni, 2 immobili in via di ultimazione, composti da più unità abitative, 3 quote societarie, 2 auto e vari rapporti bancari, tutti riconducibili a Gallitelli e situati nel comune di Bernalda. Reddito accumulato con atti illeciti
Dia sequestra i beni a imprenditore Bernalda
MATERA - Beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un valore di 2.400.000 euro, sono stati sequestrati da personale della Direzione Investigativa Antimafia di Bari a Giovanni Gallitelli, un imprenditore edile di 52 anni, di Bernalda (Matera), con precedenti per armi, droga, furto, ricettazione, truffa, estorsione e già sorvegliato speciale.

Il provvedimento è stato emesso in base alla normativa antimafia dal Tribunale di Matera (sezione per le Misure di Prevenzione), che ha
accolto la proposta formulata dal direttore della Dia ed ha interessato 16 immobili, tra abitazioni, opifici, locali e terreni, 2 immobili in via di ultimazione, composti da più unità abitative, 3 quote societarie, 2 auto e vari rapporti bancari, tutti riconducibili a Gallitelli e situati nel comune di Bernalda.

«Da una analisi approfondita del patrimonio dell’intero nucleo familiare del pregiudicato - si legge in una nota -  gli agenti della DIA hanno accertato che Gallitelli Giovanni, a fronte di una situazione reddituale che, sovente, non avrebbe consentito neanche la sopravvivenza dello stesso nucleo, nel corso degli anni era riuscito, attraverso l’utilizzo di illeciti proventi, ad effettuare consistenti investimenti finanziari ed immobiliari, pervenendo alla formazione di un patrimonio da ritenersi sicuramente sproporzionato rispetto ai redditi percepiti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione