Cerca

Giù le mani dai Patronati Manifestazioni a Potenza e Matera

La legge di Stabilità "prevede un taglio ai Patronati, mettendone in discussione la sopravvivenza", che si tradurrebbe "in un’ulteriore tassa occulta per i cittadini, e soprattutto in un ulteriore danno per le fasce sociali più deboli, che dai Patronati ricevono assistenza": per questo motivo Acli, Inas, Inca e Ital Basilicata hanno organizzato oggi, a Potenza e a Matera, delle manifestazioni
Giù le mani dai Patronati Manifestazioni a Potenza e Matera
POTENZA – La legge di Stabilità "prevede un taglio ai Patronati, mettendone in discussione la sopravvivenza", che si tradurrebbe "in un’ulteriore tassa occulta per i cittadini, e soprattutto in un ulteriore danno per le fasce sociali più deboli, che dai Patronati ricevono assistenza": per questo motivo Acli, Inas, Inca e Ital Basilicata hanno organizzato oggi, a Potenza e a Matera, delle manifestazioni per chiedere il ritiro delle norme.
I presidi si sono svolti stamani, a Potenza, in piazza Mario Pagano, e nel pomeriggio si sposteranno a Matera in piazza Vittorio Veneto, nell’ambito di una giornata nazionale di protesta. I lavoratori, "nello scenario che si sta prospettando - hanno spiegato gli organizzatori – potrebbero essere così costretti rivolgersi a pagamento al mercato dei faccendieri, che operano senza nessun controllo e senza regole". "Infatti – hanno concluso – mentre i lavoratori dipendenti continueranno a pagare integralmente i contributi previdenziali all’Inps, lo Stato incamererà la quota oggi destinata a tutela gratuita per destinarla ad altri scopi non precisati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400