Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:28

Ferragosto nel Materano ricca offerta tra arte e natura

di DONATO MASTRANGELO
MATERA - lItinerari naturalistici alla scoperta del Parco della Murgia e dell’habitat rupestre, arte e storia con una ricca offerta museale e visite ai rioni Sassi, equitazione e giacimenti gastronomici con un ricco paniere di prodotti a chilometro zero in agriturismi, fattorie didattiche e centri di educazione ambientale. È la ricca e variegata offerta turistica che la città (e i dintorni) garantirà in occasione del Ferragosto
Ferragosto nel Materano ricca offerta tra arte e natura
di DONATO MASTRANGELO

MATERA - lItinerari naturalistici alla scoperta del Parco della Murgia e dell’habitat rupestre, arte e storia con una ricca offerta museale e visite ai rioni Sassi, equitazione e giacimenti gastronomici con un ricco paniere di prodotti a chilometro zero in agriturismi, fattorie didattiche e centri di educazione ambientale. È la ricca e variegata offerta turistica che la città garantirà in occasione del Ferragosto. Un appuntamento importante che, come per le altre festività rappresenta anche un test probante per misurarsi in merito alla efficienza dei servizi di accoglienza. Sarà, dunque, anche l’occasione per verificare quali accorgimenti sono stati adottati dall’Amministrazione comunale per assicurare che negli antichi rioni e nel centro stirico tutto proceda per il meglio in ordine alla viabilità, ai collegamenti con il sistema del trasporto pubblico locale, alla fruizione delle aree parcheggio.

Altro tassello sotto la lente è quello relativo ai punti di informazione turistica mentre per la segnaletica negli itinerari storici dei Sassi ci sarà da aspettare, in quanto le procedure per il nuovo bando sono in corso proprio in questi giorni. Al Cea, il Centro di educazione ambientale (tel. 0835.332262) che la sua sede alla Masseria Radogna di Jazzo Gattini, in contrada di Murgia Timone, è previsto un articolato programma di escursioni, come evidenzia Paolo Montagna. «Ci sono escursioni relative brevi che durano circa un’ora e un quarto, altre medie di due-tre ore fino ad arrivare a quelle più lunghe di ben sei ore. Ovviamente l’obiettivo è di far conoscere l’area di Murgia Timone, con i suoi interessanti complessi rupestri, mettendola in connessione con i sentieri naturalistici del Parco. Sarà possibile effettuare le visite nell’arco dell’intera giornata di Ferragosto ». Molto suggestiva è l’escursione di sei ore che si snoda lungo 12 chilometri.

«È come percorrere un grande anello circolare con partenza ed arrivo alla sede del Cea, toccando una dozzina di complessi rupestri». L’offerta ferragostana del Cea si completa con un abbondante paniere di prodotti enogastronomici che esaltano i sapori del territorio. «Si può mangiare spendendo da 8 euro in su». E per impreziosire e vivere appieno il fascino dell’area murgiana immersi nella natura, la sera ci sono gli appuntamenti del ParcoMurgiaFestival (www.parcomurgia.it) che per la vigilia di Ferragosto a Jazzo Gattino ha in programma lo spettacolo musicale di Zimun nell’ambito della rassegna «Brasilicata tour».

Da Jazzo Gattini a contrada Pedale della Palomba dove il Maneggio San Nicola (cell. 392.8536232) offre la possibilità di escursioni a cavallo per tutta la giornata del 15 agosto. «Sono due gli itinerari proposti - dice Berta Nicoletti - ovvero quello lungo il Belvedere e quello di Madonna delle Vergini. Abbiamo già alcune prenotazioni per Ferragosto dal Lazio e dalla Toscana. Nel maneggio, inoltre, è possibile per i bambini effettuare il giro a cavallo ma anche visitare le stalle e la fattoria». Sempre a contatto con la natura l’agriturismo Le Matinelle (tel 0835.307343) propone una serie di escursioni nell’area murgiana. «Oltre al Parco della Murgia - afferma Domenico Cardinale - i nostri ospiti ci hanno chiesto di poter visitare il Parco di Gallipoli Cognato e delle Dolomiti Lucane e il Parco del Pollino. Molti i turisti italiani con una buona fetta dal nord. Quanto ai sapori del territorio il nostro è un ricco paniere di prodotti a chilometro zero che tende a valorizzare le ricetta di una volta».

Natura, sapori ma anche arte e storia. La Cooperativa Oltre per l’intero mese di agosto garantisce lapertura delle chiese rupestri Madonna de Idris e San Giovanni in Monterrone fino alle 22, tenuto conto del positivo riscontro della scorsa stagione che ha portato molti turisti in vacanza nello Jonio a visitare la città dei Sassi nelle ore serali. Tra i siti che è possibile visitare figurano anche Santa Lucia alle Malve, San Pietro Barisano e la Cripta di San Giuliano in Sant’Agostino, «un vero gioiellino forse ancora poco conosciuto - afferma la presidente di Oltre L’Arte Rosangela Maino - che però merita di essere valorizzato per la sua bellezza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione