Cerca

Raccolta a Matera di farmaci per Gaza

di ENZO FONTANAROSA
MATERA - A Gaza è emergenza umanitaria. Scarseggiano i beni di prima necessità oltre i farmaci e quanto può servire. È una strage di centinaia di civili, tanti i bambini. Migliaia di feriti hanno bisogno di soccorso e cure mediche. Anche a Matera è partita una raccolta. I farmaci e le forniture mediche che si richiedono sono siringhe, materiale sterilizzato, antinfiammatori, disinfettanti, antibiotici a largo spettro, antidolorifici, aghi, cotone, guanti, garze, cerotti, bende, acido Tranexamico (tranex-antiemorragico)
Raccolta a Matera di farmaci per Gaza
di Enzo Fontanarosa

MATERA - A Gaza è emergenza umanitaria. Scarseggiano i beni di prima necessità oltre i farmaci e quanto può servire. È una strage di centinaia di civili, tanti i bambini. Migliaia di feriti hanno bisogno di soccorso e cure mediche. Anche a Matera è partita una raccolta per inviare forniture mediche organizzata dal comitato cittadino di L’altra Europa con Tsipras. I farmaci e le forniture mediche che si richiedono sono siringhe, materiale sterilizzato, antinfiammatori, disinfettanti, antibiotici a largo spettro, antidolorifici, aghi, cotone, guanti, garze, cerotti, bende, acido Tranexamico (tranex-antiemorragico).

«Si tratta di materiale parafarmaceutico per il quale non occorrono particolari autorizzazioni per l’invio e che servono in soprattutto per il primo soccorso dei feriti», spiega Bartolomeo Tardi che fa parte del comitato materano della Lista Tsipras. La raccolta sta avvenendo anche in alcune farmacie e punti vendita aderenti all’iniziativa.

Oggi e martedì 19, inoltre, in piazza Vittorio Veneto, dalla 18 alle 19, sarà allestito uno stand dove si raccoglierà il materiale sanitario. Le parafarmacie che partecipano alla iniziativa sono Demetrio in via Gattini, Ventura in via Nazionale, Fonte d’Alba in via Passarelli; le farmacie sono Guerricchio in via Don Luigi Sturzo, Materana in via Mattei, Vezzoso in via Lucana, Motta Uva in via Nazionale, Motta in via Ridola. «È anche possibile mettersi in contatto con noi per consegnarci il materiale – spiega Tardi –. Penso a chi in provincia volesse contribuire alla raccolta e non sa come fare. Se qualcuno ci contatterà, poi provvederemo noi a ritirare il tutto».

È bene ricordare che il materiale indicato deve essere consegnato integro e deve essere sterile e con scadenza successiva ad ottobre 2015, altrimenti non verrà accettato. Tutto il materiale raccolto verrà inviato a Genova dove la Onlus “Music for peace” trasporterà tutto in Palestina. Si pensa anche di intervenire per l’emergenza in Siria? «Per ora no – risponde – anche se è prevedibile che lo si farà. A Matera ci siamo allineati alle iniziative nazionali fatte dal nostro gruppo politico e anche a seguito della iniziativa della europarlamentare eletta nella Circoscrizione Sud Eleonora Forenza, che è andata in Palestina per rappresentare l’Europa in dissenso con le politiche d’appoggio a Israele». Chi volesse contribuire alla raccolta di farmaci può contattare Tardi (327.9858262; barty-best-94@hotmail.it), Ugo Annona (393.4519974; ugo.annona@gmail.com) o Giuseppe Paterino (giuseppe.paterino@hotmail.it).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400