Cerca

Bagno di folla a Grassano per il sindaco di New York «E' bello essere a casa»

MATERA - Un bagno di folla ha accolto l’arrivo a Grassano (Matera) del sindaco di New York, Bill De Blasio, giunto nel paese della nonna materna, Anna Briganti. De Blasio – accompagnato dalla moglie e dai figli – ha salutato subito, nella piazza di fronte al municipio una piazza gremita di persone è in paese per ricevere la cittadinanza onoraria di Grassano e visiterà la casa della nonna, davanti alla quale si è commosso. I doni al primo cittadino della Grande Mela
Bagno di folla a Grassano per il sindaco di New York «E' bello essere a casa»
GRASSANO - Un bagno di folla ha accolto l’arrivo a Grassano (Matera) del sindaco di New York, Bill De Blasio, giunto nel paese della nonna materna, Anna Briganti. De Blasio – accompagnato dalla moglie e dai figli – ha salutato subito, nella piazza di fronte al municipio, il sindaco, Francesco Sanseverino, e il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella. In piazza è gremita di persone - tante sono emozionate, sia grandi che piccole – e molti sventolano bandierine dell’Italia e degli Stati Uniti d’America: sono presenti persone in costume tipico di Grassano. De Blasio è in paese per ricevere la cittadinanza onoraria di Grassano e visitare la casa della nonna.

Prima ha spiegato alla moglie e ai figli la storia della sua famiglia e poi si è commosso davanti alla casa della nonna materna, Anna Briganti, partita verso l’America nel 1901: “E' stata una grande emozione”, ha detto Bill De Blasio, sindaco di New York, in uno dei momenti più significativi della sua visita a Grassano (Matera), oggi.

Nel tragitto tra la casa della nonna materna – che era chiusa - e palazzo Materi, dove ha ricevuto la cittadinanza onoraria, De Blasio si è fermato con tanti cittadini di Grassano e si è fatto fotografare anche insieme a un gruppo folcloristico locale. Dopo aver ricevuto la cittadinanza onoraria di Grassano, il sindaco di New York ha partecipato ad un buffet con prodotti tipici della zona: in particolare, ha assaggiato la parmigiana di melanzane, proposta in due versioni. “Mia madre – ha ricordato più volte oggi a Grassano – ha imparato tutte le ricette italiane da mia nonna. Io ricordo soprattutto il sartù di riso”.

Al primo cittadino della Grande Mela è stato regalato un quadro di Franco Artese – l'artista che ha realizzato presepi ancora oggi visitati in diverse città del mondo (uno è anche stato esposto in piazza San Pietro, a Roma). Il quadro – che misura 60 centimetri per 70 – raffigura uno scorcio del centro storico di Grassano, paese natale della nonna di De Blasio. L'opera è stata donata a De Blasio dal sindaco di Grassano, Francesco Sanseverino.
A De Blasio donato anche un cd contenente la canzone “L'America è italiana”, scritta da Gianni Belfiore, autore anche di canzoni cantate da Julio Iglesias. Il testo, che celebra la tenacia di tanti italiani arrivati a Ellis Island, cita gli “spicchi della grande mela, un succo difficile da bere e di giustizia sociale come arma del potere... Grazie a te e a Cristoforo Colombo, sembra una cosa strana. L’America non è inglese. L’America è italiana”. Nella lista dei regali anche una tuta del “Marathon club” e un profumo realizzato da Carmelina Guastamacchia a base di essenze di ulivo e ginestre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400