Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 11:48

Negano il trattamento al piccolo di Matera denunciato l'ospedale

BRESCIA – La famiglia di Daniele Tortorelli, il bambino di 7 anni di Matera con la malattia di Niemann Pick di tipo A, ha sporto denuncia contro il rappresentante ed il responsabile sanitario degli Spedali Civili per la mancata esecuzione del decreto con il quale, il 29 aprile, il Tribunale di Matera aveva ordinato l’immediata prosecuzione dei trattamenti con Stamina. La denuncia è stata depositata in Procura a Brescia il 30 maggio dal legale dei Tortorelli, Natascia Gheda, e la famiglia ne ha dato notizia oggi (nella foto, Vito Tortorelli, nonno di Daniele)
ARCHIVIO - Stamina, pazienti a Brescia vogliono continuare la terapia
ARCHIVIO - Polemica staminali «Serve un medico per aiutare Daniele»
Negano il trattamento al piccolo di Matera denunciato l'ospedale
BRESCIA – La famiglia di Daniele Tortorelli, il bambino di 7 anni di Matera con la malattia di Niemann Pick di tipo A, ha sporto denuncia contro il rappresentante ed il responsabile sanitario degli Spedali Civili per la mancata esecuzione del decreto con il quale, il 29 aprile, il Tribunale di Matera aveva ordinato l’immediata prosecuzione dei trattamenti con Stamina. La denuncia è stata depositata in Procura a Brescia il 30 maggio dal legale dei Tortorelli, Natascia Gheda, e la famiglia ne ha dato notizia oggi.

«E' giusto che chi sbaglia paghi nei confronti del nostro Daniele, perchè da quando non ha più le infusioni sta peggiorando – ha spiegato il nonno, Vito Tortorelli. "Ci siamo proposti di costituirci parte civile nell’eventuale procedimento penale contro il legale rappresentante degli Spedali Civili di Brescia – ha aggiunto - L'ospedale ha di sua volontà fatto in modo che Daniele non potesse avere più le infusioni, per almeno fermare la malattia che lo sta portando al peggioramento quotidiano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione