Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 05:04

Matera, la Bruna in mostra tra i Sassi

MATERA – Nei luoghi rupestri della civiltà contadina, nei rioni Sassi di Matera, i turisti troveranno da oggi un motivo in più per conoscere la storia e le tradizioni di una città antica: si tratta della “Mostra di immagini e reperti del due Luglio – Festa Patronale di Maria Santissima della Bruna”, promossa dalle associazioni Gruppo Teatro Matera e Casa Grotta di vico Solitario
Matera, la Bruna in mostra tra i Sassi
MATERA – Nei luoghi rupestri della civiltà contadina, nei rioni Sassi di Matera, i turisti troveranno da oggi un motivo in più per conoscere la storia e le tradizioni di una città antica: si tratta della “Mostra di immagini e reperti del due Luglio – Festa Patronale di Maria Santissima della Bruna”, promossa dalle associazioni Gruppo Teatro Matera e Casa Grotta di vico Solitario, che annovera segni distintivi di un evento contrassegnato da sacro e profano.
Il percorso della mostra, destinato a diventare una delle attrazioni del progetto di “Museo della vita dei Sassi”, annovera in modello in scala del carro trionfale di cartapesta realizzato nel 1996 sul tema del “Buon Pastore” da Michelangelo Pentasuglia, e messo a disposizione dall’amministrazione comunale, statue di angeli, santi, realizzati dalle dinastie dei maestri cartapestai Pentasuglia, Nicoletti, Epifania, per giungere ai recenti D’Addiego e all’ultimo in ordine di tempo, Andrea Sansone.

Parte dei reperti è stata messa a disposizione da Marco Rubino o recuperata dai promotori dell’iniziativa grazie anche all’apporto di componenti dell’Associazione Maria Santissima della Bruna. Negli ambienti di vico Solitario sono visibili anche gli abiti dei cavalieri della Bruna, filmati della festa di Bluvideo, foto e bozzetti di Antonio Giampietro e altri elementi decorativi del manufatto di cartapesta preso d’assalto e distrutto dai materani a conclusione della festa del 2 luglio. La mostra sarà visibile fino al 6 luglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione