Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 06:29

Matera, festa della Bruna un carro trionfale nuovo Ora sarà pure illuminato

di CARMELA COSENTINO
MATERA - È arrivato il momento tanto atteso dai materani, l’uscita dell’Immagine di Maria Santissima della Bruna dalla chiesa di S. Giuseppe in via Riscatto: segna l’inizio dei festeggiamenti. la pioggia ha fatto slittare l’inizio della processione di circa un’ora. Poi, la Madonna ha percorso via Riscatto, piazza Duomo e via Duomo, via Margherita e piazza Vittorio Veneto, per arrivare intorno alle 19.30 in piazza S. Francesco D’Assisi, dove è stata accolta dagli applausi della folla
Matera, festa della Bruna un carro trionfale nuovo Ora sarà pure illuminato
di Carmela Cosentino

MATERA - È arrivato il momento tanto atteso dai materani, l’uscita dell’Immagine di Maria Santissima della Bruna dalla chiesa di S. Giuseppe in via Riscatto: segna l’inizio dei festeggiamenti. la pioggia ha fatto slittare l’inizio della processione di circa un’ora. Poi, la Madonna, scortata dai cavalieri, da Comitato, dalle autorità civili e militari, dal clero, dall’Unitalsi, dalla Confraternita dei Pastori e accompagnata dalla musica del Concerto bandistico Città di Matera diretto da Nunzio Paolicelli, ha percorso via Riscatto, piazza Duomo e via Duomo, via Margherita e piazza Vittorio Veneto, per arrivare intorno alle 19.30 in piazza S. Francesco D’Assisi, dove è stata accolta dagli applausi della folla.

A seguire l’Intronizzazione della Sacra Immagine e la messa celebrata da mons. Salvatore Ligorio arcivescovo di Matera - Irsina, e animata dai Cantori materani diretti dal maestro Alessandra Barbaro. In serata la benedizione del carro trionfale realizzato dall’artigiano Andrea Sansone insieme al suo gruppo composto da Danilo Barbarinaldi, Giuseppe Facciolo, Giuseppe Montemurro, Antonio Ruscigno e Veronica Scardillo. Hanno sviluppato il tema Non possiedo né argento né oro, ma quello che ho te lo do» - La Chiesa nel mondo testimonia la carità. Un manufatto che presenta notevoli differenze rispetto alla tradizione. Prima di tutto l’altezza e la larghezza, maggiori rispetto ai carri precedenti, e poi le tecniche utilizzate per la realizzazione delle statue in tutto 9, alte 1,65 centimetri e del peso variabile tra i 3 ai 15 chilogrammi. Gli abiti sono in carta, ben lavorati e rifiniti e sembrano mossi dal vento come del resto i capelli. I dipinti delle fiancate, sono stati realizzati su cartoncino e poi posizionati ad incastro sul carro, apponendo una linguetta che permetterà di staccare il dipinto senza romperlo. Stesso discorso per le 48 colonne. Sono di cartone, ma si presentano al tatto lisce e plastificate, grazie alla pittura con smalto ad acqua che conferisce un effetto marmorizzato naturale. L’elemento di collegamento è rappresentato da decori plastificati che riflettono la luce. Inoltre due pezzi del manufatto, saranno staccati momentaneamente durante i tre giri per permettere ai muli di muoversi senza alcuna difficoltà.

Ma non è tutto. Novità di questa 625 esima edizione, è l’illuminazione. Il carro infatti presenta luci proprie, nascoste dietro le colonne. Le luci a led, sono alimentate dal motore di una macchina, montato da Raffaele e Gianfranco Montemurro, da 75 Ah con un’autonomia di 9-10 ore. «L’idea - dice Sansone - era quella di dare colore al manufatto, arricchito da piccole vetrate che risalteranno grazie all’illuminazione e da foglie di cartapesta, impreziosite da brillantini, e posizionate sotto le piccole luci». Un carro dunque innovativo e originale accolto favorevolmente dai materani, mentre la banda ha eseguito anche l’Inno per Matera 2019 composto da Vito Paternoster.

Il messaggio di mons. Ligorio. «Quest’anno - ha detto - ricorrono i 60 anni dalla proclamazione di Matera a città di Maria, era l’8 dicembre del 1954. L’auspicio è che non resti una ricorrenza ma un esempio da seguire». La serata si è conclusa con lo spettacolo dei fuochi pirotecnici della ditta Pirotecnica Santa Chiara di Castorano. Sarà possibile visitare il carro fino al primo luglio. Orari di apertura della Fabbrica 9.30-12.30- 18- 22. Oggi alle 10 la Sacra Immagine di Gesù Bambino sarà portata nella Cappella dell’Ospedale Madonna delle Grazie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione