Venerdì 20 Luglio 2018 | 07:06

A meno di una settimana dal rogo Apofruit

Attentato a Scanzano
in fiamme l’Asso Fruit

Un addetto alle pulizie ha lanciato l’allarme consentendo di limitare i danni

Attentato a Scanzano in fiamme l’Asso Fruit

Il magazzino di Asso Fruit dove si sono sviluppate le fiamme

di FILIPPO MELE

SCANZANO JONICO - La malavita organizzata all’attacco delle fiorenti attività imprenditoriali agricole. Alle 23.20 di sabato scorso ennesimo rogo doloso contro una organizzazione di produttori (op), la Asso Fruit Italia, con sede in via Tagliamento. La stessa su cui opera la Apofruit, l’altra cooperativa di produzione, lavorazione e commercializzazione di ortofrutticoli presa di mira con modalità più o meno analoghe 5 notti fa. Anzi, le due op hanno una parte della recinzione in comune pur se sono distinte e separate. Insomma, pare di essere di fronte ad un’escalation di azioni malavitose di natura simile al racket delle estorsioni. Sulla natura dolosa dell’incendio non c’è dubbio.

«Chi ha agito – ha spiegato Francesco Nicodemo, presidente della coop – ha lasciato una scia di liquido infiammabile sulla rampa di accesso alla serranda di carico e scarico data alle fiamme». Serranda in plastica dura che ha subito preso fuoco. «Il caso ha voluto – ha aggiunto Salvatore Pecchia, tecnico aziendale – che negli uffici vi fosse l’addetto alle pulizie che ha sentito l’odore aspro del fumo. È uscito ed ha dato l’allarme. Siamo immediatamente intervenuti anche noi limitando i danni. Un plauso va ai Vigili del fuoco ed alle forze dell’ordine che sono intervenuti con tempestività».

Nonostante il celere spegnimento, però, i danni sono ingenti. Nicodemo: «Le attività sono ferme perché è saltato l’impianto elettrico. I danni esterni sono valutabili attorno ai 10-12 mila euro. Ma bisognerà fare una valutazione precisa di quanto accaduto all’interno». Danni che sarebbero stati sicuramente più gravi se nell’azienda non vi fosse stato nessuno. Le fiamme, infatti, si sono propagate nel magazzino con celle frigo con compressori e gas infiammabili. L’Asso Fruit avrebbe perso tutto quel che ha realizzato sinora.

Ma i dirigenti di una impresa forte di 100 aziende agricole più della metà in Basilicata, con 10 dipendenti fissi ed un centinaio stagionali, si danno un perché dell’attacco? «No – ha risposto Nicodemo –. Non sappiamo chi ci ha colpito e perché. Non abbiamo mai avuto intimidazioni. Nè richieste estorsive e nemmeno di lavoro o di servizi non esaudite. Speriamo solo nell’azione delle forze dell’ordinea. Forze dell’ordine a cui si è rivolto anche l’ex onorevole Cosimo Latronico (NcI) dicendosi «certo che siano impegnate a dare segnali di efficace e tempestiva azione per prevenire e reprimere la spirale di criminalità». Indagano i carabinieri della Compagnia di Policoro.

75020 Scanzano Jonico MT, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Barbara Lezzi, dal caso rimborsi a ministro del Sud

Il ministro Lezzi conferma
tornerà in città a fine mese

 
Undici rinvii a giudizio per il crac del Soglia Hotel

Undici rinvii a giudizio
per il crac del Soglia Hotel

 
Quanto degrado e abbandono in quello scalo ferroviario

Quanto degrado e abbandono
in quello scalo ferroviario

 
Sanità, dg Asm Matera dal carcere ai domiciliari

Sanità, dg Asm Matera
dal carcere ai domiciliari

 
Tre anni al falso ginecologochiedeva foto e video alle vittime

Tre anni al falso ginecologo
chiedeva foto e video alle vittime

 
Consorzio di bonifica, anche i morti al voto

Consorzio di bonifica, anche i morti al voto

 
Il vicepremier Luigi Di Maio a Matera

Di Maio a Matera, tutti i post sulla pagina Facebook

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS