Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 07:34

a gallipoli

Il faro è nel degrado
interviene lo Stato

Duecentomila euro per interventi di manutenzione straordinaria della colonna e messa in sicurezza dei locali

faro di gallipoli

di GIUSEPPE ALBAHARI

GALLIPOLI - È in programma un intervento dello Stato per il faro dell’isola di Sant’Andrea. È stato progettato dal provveditorato alle opere pubbliche di Bari ed il Comune ha già rilasciato la relativa autorizzazione paesaggistica. Si tratta, però, solo di opere di manutenzione straordinaria per la colonna del faro e addirittura di sola messa in sicurezza dei locali adiacenti; come dire, molto poco, rispetto alle opere di cui - notoriamente e da anni - si dice abbia bisogno l’intera struttura. Attualmente non si può accedere al faro, ma chi diversi anni fa ha avuto occasione di farlo, segnalava una situazione di degrado strutturale, che ovviamente nel frattempo è potuta soltanto peggiorare.

Il faro è stata la prima opera realizzata in città dopo l’Unità d’Italia, edificato nel 1865, ideato dall’ingegnere napoletano Giuliano de Fazio (1773-1835) come una «colonna dorica abitata». E mentre nel tempo è stata più volte sostituita la parte ottica ed è cambiata l’alimentazione, per ultimo modificate nel 2006 con la realizzazione di pannelli fotovoltaici (ben visibili nelle foto di Alessandro Magni), la struttura è rimasta sostanzialmente inalterata.

Il Comune ha rilasciato il nulla osta paesaggistico previa acquisizione del parere della Soprintendenza di Lecce. La quale valuta che le opere previste (del valore di circa 200mila euro) non arrechino pregiudizio ai valori paesaggistici del contesto, ma auspica innanzitutto che siano integrate, destinando l’eventuale ribasso d’asta alla finitura tradizionale dei lastricati solari del primo piano, di cui è prevista l’impermeabilizzazione. Soprattutto, ritiene che gli interventi debbano considerarsi il primo step di un progetto, con il quale «dovranno essere preventivati interventi rivolti a tutto il faro e al percorso sopraelevato che lo raggiunge partendo dall’approdo di levante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione