Cerca

Lunedì 18 Dicembre 2017 | 12:01

gasdotto

Manifestazione 'No Tap'
nel Salento più di 2000 persone

Saracinesche abbassate per dire «no» al gasdotto

Foto Toma

MELENDUGNO (LECCE) - Più di 2000 persone, tra cui numerosi bambini, partecipano a Melendugno al corteo, autorizzato, per dire 'Nò all’approdo del gasdotto Tap sulle coste del Comune salentino e per protestare contro la 'militarizzazionè del territorio dopo l’ordinanza prefettizia emessa nella notte tra il 12 e il 13 novembre scorso che prevede l'impossibilità per chiunque non sia autorizzato di avvicinarsi all’area del cantiere che è circondata da un cordone di sicurezza delle forze dell’ordine.

Sono chiusi tutti i negozi nel comune di Melendugno dove i titolari delle circa 150 attività commerciali hanno abbassato le serrande per aderire alla manifestazione. Alla iniziativa aderiscono anche cittadini dei Comuni limitrofi e i titolari degli studi professionali (dentisti, architetti, avvocati, ecc.) che, spontaneamente, hanno chiuso le loro attività. Anche sul furgone di un ambulante che normalmente vende frutta e verdura agli angoli delle strade è stato affisso il cartello «Chiudo per dignità», così come hanno fatto i titolari di tutte le attività commerciali. Solo sulla serranda abbassata dell’ingresso della sede di 'Eurospin' è stato affisso un cartello con su scritto «Chiuso per motivi di sicurezza».

Il corteo è arrivato nella piazza principale del paese dove hanno preso la parola il sindaco, Marco Potì, e il responsabile 'No Tap', Gianluca Maggiore. il sindaco ha letto un messaggio di solidarietà espressa dai parroci di Melendugno-Borgagne e Vernole. «Esprimiamo condivisione - hanno detto i parroci - nei confronti dei tanti provati dalla sofferenza nell’oggi e preoccupati per il domani del nostro territorio, nella speranza di un futuro che restituisca centralità alle persone, tenendo conto non solo degli equilibri economici, ma soprattutto del rispetto dell’ambiente, secondo i criteri indicati e sottolineati da Papa Francesco nell’enciclica Laudato sii». 

Successivamente i partecipanti si sono spostati sul lungomare di San Foca, marina di Melendugno, dove, nella località San Basilio, è previsto l’approdo del gasdotto.

I No Tap hanno previsto un’altra manifestazione autorizzata in programma venerdì 8 dicembre alle ore 15 a Lecce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione