Giovedì 21 Giugno 2018 | 08:03

violenza a porto cesareo

Trascinato in un casolare
e picchiato a sangue, è grave

La vittima è un operaio di 33 anni. Identificati i tre autori del pestaggio

carabinieri

di GIANFRANCO LATTANTE

PORTO CESAREO - Pestato a sangue e abbandonato nudo in un casolare. Lo hanno incappucciato, minacciato con una pistola e colpito con calci, pugni e una spranga. La scena sembra essere uscita dalle fiction televisive. Qualcosa di simile si vede in «Gomorra» o in «Romanzo criminale». Ma stavolta è tutto vero. D.P. operaio di 33 anni di Porto Cesareo, ora è ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale «Vito Fazzi». La sua vita non è in pericolo. Le conseguenze della brutale aggressione sono serie: trauma toracico, sospetta perforazione di un polmone, ferita lacero contusa al capo, due dita fratturate.

L’episodio è avvenuto mercoledì sera intorno alle 21.30. La ricostruzione dei fatti è ancora parziale. Manca qualche tassello al puzzle che i carabinieri stanno ricostruendo.

L’operaio, insieme con la compagna, era in un bar di Porto Cesareo. Si sono presentati due giovani con i quali, poi, il 33enne è uscito dal locale. È salito a bordo della sua auto, si è messo alla guida e si è allontanato. Probabilmente con un pretesto, oppure sotto minaccia, è stato convinto a recarsi in periferia, in una zona di campagna. Vicino a un casolare, poi, è spuntato un terzo soggetto. La situazione sarebbe degenerata. L’operaio, minacciato con una pistola, e stato trascinato nel casolare, incappucciato e denudato. I tre si sono accaniti contro di lui colpendolo con calci, pugni e con una spranga.

Finita l’aggressione, l’operaio è stato lasciato per terra, mentre gli autori del pestaggio si sono allontanati a bordo di una vettura. Rimasto solo, il 33enne ha raccolto le forze, ha afferrato il suo cellulare e ha dato l’allarme.

Gli amici, dopo aver prestato i primi soccorsi, lo hanno accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Copertino. Poco dopo, informati dal personale medico, sono giunti anche i carabinieri della tenenza di Copertino, diretti dal luogotenente Salvatore Giannuzzi. Le dichiarazioni raccolte sul posto hanno consentito di avere le prime informazioni sull’accaduto e di maturare i sospetti sugli autori del pestaggio. Le indicazioni sono state condivise con i carabinieri di Porto Cesareo e della Compagnia di Campi Salentina, coordinati dal capitano Alan Trucchi. Nelle ore successive sono state eseguite anche perquisizioni: ma i sospettati non erano in casa.

Il movente non è chiaro. Potrebbe avere a che fare con un possibile screzio con uno dei tre componenti del branco. Un soggetto sarebbe stato indicato come il responsabile di un furto messo a segno tempo fa ai danni di un parente della vittima.

L’attività investigativa è coordinata dalla Procura. Al vaglio del magistrato i reati che si potrebbero configurare: sequestro di persona, tentato omicidio o lesioni gravissime, porto e detenzione di una pistola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Famiglia del dj Navi denuncia il Pm

Famiglia del dj Navi denuncia pm

 
Sciopero e presidio dei lavoratori Sirti di Nardò

Sciopero e presidio dei lavoratori Sirti di Nardò

 
Governo, Lezzi: con Emiliano confronto a tutto campo su Puglia

Governo, Lezzi: con Emiliano
confronto a tutto campo su Puglia

 
il bacino di Acquatina a Lecce

Birdwatching, sport e turismo per il bacino di Acquatina a Lecce

 
«Abusi su una ragazzina» Parrucchiere condannato 

«Abusi su una ragazzina»
Parrucchiere condannato 

 
Uccise mamma e bimba di 2 anni, confermato ergastolo a killer della Scu

Uccise mamma e bimba di 2 anni, confermato ergastolo a killer della Scu

 
Crolla balconcino, muore operaio di 32 anni in Salento

Crolla balconcino, muore
operaio di 32 anni in Salento

 

MEDIAGALLERY

ANSAtg delle ore 8

ANSAtg delle ore 8

 
'Ridurre arrivi e movimenti dei migranti in Ue'

'Ridurre arrivi e movimenti dei migranti in Ue'

 
Migranti, Trump fa marcia indietro

Migranti, Trump fa marcia indietro

 
Uruguay agli ottavi, Arabia fuori

Uruguay agli ottavi, Arabia fuori

 
La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 
Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 
Le Pink Bari volano in finale per lo scudetto

La Primavera della Pink Bari vola in finale per lo scudetto

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Mondo TV
Oms, transgender non e' un malato mentale, basta stigma

Oms, transgender non e' un malato mentale, basta stigma

 
Economia TV
Ecobonus, famiglie italiane hanno investito 3,7 miliardi

Ecobonus, famiglie italiane hanno investito 3,7 miliardi

 
Meteo TV
Previsioni meteo della settimana

Previsioni meteo della settimana

 
Spettacolo TV
Cinema, tra umano e divino

Cinema, tra umano e divino

 
Italia TV
La nuova sfida europea sulle tracce dei migranti dispersi

La nuova sfida europea sulle tracce dei migranti dispersi

 
Calcio TV
Mondiali, la Russia vede gli ottavi

Mondiali, la Russia vede gli ottavi