Cerca

Venerdì 15 Dicembre 2017 | 03:44

Per 50 euro e alcuni oggetti preziosi

Rapina in casa a Squinzano
sequestrate madre e figlie

Rapina in casa a Squinzano sequestrate madre e figlie

di Valentina Murrieri

SQUINZANO - Mattinata di terrore per una famiglia di Squinzano. I rapinatori rinchiudono madre e due figlie nel bagno, sotto la minaccia di una pistola. È accaduto pochi minuti dopo le 7 di mercoledì, in via Kennedy. Una banda di quattro malviventi, tutti con il volto coperto da passamontagna, uno dei quali armato di pistola, ha raggiunto l’abitazione di un uomo del posto, muratore e titolare di un bed & breakfast, per mettere a segno un colpo. L’uomo non era in casa al momento della rapina. Era uscito presto per lavoro.

Uno dei banditi è rimasto al volante dell’auto, una Fiat Punto di colore nero, gli altri tre, invece, hanno fatto irruzione nell’appartamento, peraltro non molto distante dal centro della cittadina. Hanno puntato la pistola contro la donna e le due ragazze, tutte maggiorenni, e le hanno invitate a restare nel bagno. Fortunatamente, non hanno usato alcuna violenza nei loro confronti.

I malviventi hanno rovistato in tutte le stanze dell’abitazione, mettendo a soqquadro armadi e cassetti. Ma non sono riusciti che a rimediare una somma di appena 50 euro e alcuni oggetti preziosi, del valore ancora in fase di quantificazione. Poi, per non essere identificati, hanno anche smontato il videoregistratore collegato con l’impianto di sicurezza installato in casa.

Sono poi fuggiti, a bordo della Fiat, della quale i testimoni non sono riusciti ad annotare il numero di targa. Le vittime, accertatesi del fatto che i tre fossero ormai lontani, hanno chiesto aiuto.

I primi ad accorrere sono stati i carabinieri della stazione locale, guidati dal maresciallo Giovanni Delli Santi. I militari, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, hanno avviato le ricerche della banda e allestito posti di blocco nei punti di passaggio. I sospetti guardano a nord, nel Brindisino, dove i malviventi potrebbero essersi diretti negli istanti successivi al colpo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione