Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 11:50

UN 48nne e Squinzano

Salta disco smerigliatrice
squarciato addome, muore

Salta disco smerigliatricesquarciato addome, muore

VALENTINA MURRIERI

SQUINZANO - Una mattinata di bricolage finisce in tragedia: il disco della smerigliatrice si stacca e si conficca nell’addome di un uomo. Maurizio Perrone, un operaio di Squinzano, avrebbe dovuto compiere 48 anni nei prossimi giorni. La sua vita è però terminata nella mattinata di giovedì a causa di un banale incidente domestico. Poco prima dell’ora di pranzo, infatti, la vittima stava eseguendo degli interventi nel garage della sua abitazione, in via Torchiarolo. Una villa, nelle campagne della cittadina, che condivide assieme ad alcuni parenti e nella quale ha anche sede un’azienda agricola.

Per cause che sono ancora in fase di accertamento, il disco della macchina utensile è saltato via mentre la mola era in movimento. Probabilmente a causa dell’usura, o forse perché non fissato a dovere, il frammento metallico è volato dritto verso l’addome dell’uomo. Gli ha falciato lo stomaco, lasciandolo riverso sul pavimento, in una pozza di sangue. Il 48enne, nonostante quell’enorme squarcio sul corpo, ha usato le poche forze per urlare e chiedere aiuto. I suoi famigliari, dal giardino, hanno udito le grida. Ma una volta giunti nel deposito, Perrone ha perso via via conoscenza, fino a quando il suo cuore ha cessato di battere.

Sul posto, allertati dai parenti in preda alla disperazione, gli operatori del 118. Il personale sanitario, però, non ha potuto fare nulla: nessuna manovra di rianimazione ha potuto mettere in salvo l’uomo, deceduto per quelle lesioni troppo gravi. Straziante la scena, per la famiglia e per gli stessi sanitari, ai quali è toccata la constatazione del decesso. La sua salma è stata intanto trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo salentino, Francesca Miglietta.

Nel corso della giornata sarà però restituita alla famiglia, per poter celebrare il rito funebre. Dell’accaduto sono anche stati informati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina e della stazione locale.
Lutto e sconcerto fra i conoscenti dell’uomo, ancora increduli per una morta tanto assurda. Il 48enne era infatti benvoluto fra i suoi conoscenti e la notizia del decesso ha fatto il giro della cittadina in un pochi minuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione