Cerca

Giovedì 14 Dicembre 2017 | 01:48

le accuse

«Animali maltrattati»
Polemiche sulla fiera

La «Lega del cane» annuncia la presentazione di un esposto-querela

«Animali maltrattati» Polemiche sulla fiera

Fiera del bestiame, esplode la polemica il giorno della festa. Alcuni cittadini, ieri mattina, hanno segnalato la situazione di sofferenza di animali e animaletti al mercato allestito a Frigole. Una fiera che risale alle origini delle festività patronali. Ma che, ora, non convince più, per le modalità con le quali viene svolta e per la sensibilità maturata nei confronti degli animali, non solo verso quelli da compagnia.

«Una fiera del tutto illegale. Ho provveduto ad avvisare Asl e Forestale». Il consigliere d’opposizione Andrea Guido, già assessore all’Ambiente, attacca duramente l’amministrazione comunale. Ha parlato di animali feriti, ammassati in spazi piccolissimi, esposti al sole, senza cibo nè acqua. Ricorda le ordinanze emesse in passato che vietavano l’utilizzo di esseri viventi come mera merce di vendita su bancarelle. Tra l’altro, aggiunge, in vendita c’erano non solo animali da reddito (specie consentite) ma anche animali d’affezione.

L’assessore Silvia Miglietta fa sapere di essere «stata fino a tarda ora alla fiera, insieme con il dirigente dell’Ambiente, ai vigili urbani ed agli ispettori ambientali. Non c’erano cavalli azzoppati nè uccelli feriti, gli animali erano in salute e, come riferito da tanti commercianti storici della fiera, non si vedeva tanta gente da anni. Tutto si è svolto regolarmente, nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti e secondo quanto stabilito dalla precedente Giunta con la delibera dell’8 giugno scorso - sottolinea - Per verificare la salute degli animali ho seguito il lavoro dei veterinari della Asl. Non sono state riscontrate irregolarità amministrative nè tecniche, e si è potuto constatare l’esclusiva presenza di specie animali per le quali è ammessa la vendita. Proprio perchè non vi erano i tempi tecnici per modificare il contraddittorio Regolamento comunale adottato nel 2009 ed emendato nel 2013 - spiega - ci siamo dovuti limitare a vigilare».

Il presidente della commissione Lavori pubblici, Angelamaria Spagnolo, da sempre in prima linea nella difesa degli animali, fa sapere che l’Amministrazione lavorerà per adeguare il Regolamento. «Ci informeremo per sapere in quali altre città d’Italia simili fiere sono state abrogate - dice - o dove si svolgono in maniera civile. E il consigliere Andrea Guido sono sicura che lavorerà con noi».

Intanto, la «Lega per la difesa del cane» annuncia addirittura un esposto-querela a Procura e Prefettura. «È inaccettabile e illegale sottoporre gli animali a stress fisici e psicologici - denuncia il presidente Maria Teresa Corsi - Intanto la fiera si potrebbe svolgere in un orario più fresco, la mattina dalle 6 alle 10 o la sera dalle 19.30 alle 23.30». [e.t.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione