Cerca

Lunedì 18 Dicembre 2017 | 11:57

Don Tonino Bello

Otranto, migrante picchia
poliziotti: finisce in cella

Si era rifiutato di andare in caserma per il fotosegnalamento: era senza documenti

Otranto, migrante picchiapoliziotti: finisce in cella

Un extracomunitario è stato arrestato dalla Polizia ad Otranto per aver aggredito alcuni agenti. Ieri mattina una pattuglie delle Volanti è intervenuta all’interno del Centro Don Tonino Bello per via della presenza di tre cittadini extracomunitari che, arbitrariamente, si erano introdotti nella zona recintata della struttura, sistemandosi su alcuni vecchi materassi accatastati. La stessa cosa avevano fatto nei giorni precedenti, motivo per cui i tre erano stati segnalati dai volontari della Misericordia.

Per procedere all’identificazione dei tre, sprovvisti di documenti d’identità personale, si rendeva necessario l’accompagnamento presso il posto di polizia scientifica del Commissariato per le previste procedure di foto segnalamento. I poliziotti hanno spiegato ai tre, in lingua francese, quanto stessero per fare, motivando quindi il motivo di tale accompagamento.

Mentre due si rendevano collaborativi, il terzo, un diciannovenne del Burkina Faso, con veemenza, opponeva una forte resistenza e si rifiutava di salire a bordo dell’auto di servizio, cercando di sfuggire agli Agenti e reagendo con tutte le proprie forze, senza esitare a scalciare e a trascinarli rovinosamente per terra prima di essere definitivamente bloccato ed accompagnato presso il locale Commissariato. Da qui l’arresto del ragazzo per resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Nella circostanza due operatori rimanevano feriti e di seguito venivano visitati dai sanitari dell’Ospedale di Scorrano per le cure del caso. Tutti e tre i cittadini stranieri sono stati, peraltro denunciati per violazione di domicilio aggravata e continuata in concorso fra di loro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione