Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 05:43

L’onorevole di Forza Italia ha presentato una interrogazione al ministro Delrio

Sud Est, pressing sul governo
Palese: «Servizi peggiorati»

Sud Est , pressing sul governo Palese: «Servizi peggiorati»

LECCE - «Il Governo renda conto in Parlamento sul mancato ammodernamento della rete ferroviaria salentina».

A chiederlo è il deputato di Forza Italia Rocco Palese, che ha presentato un’interrogazione parlamentare rivolta al Ministro per le Infrastrutture e i trasporti Graziano Delrio.

«Il 4 agosto sarà passato un anno esatto dal Decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 settembre numero 218, che ha sancito il passaggio di proprietà delle Ferrovie Sud Est a Ferrovie dello Stato - ricorda il vicepresidente della Commissione Bilancio della Camera - allo scopo di salvare la società ma soprattutto di continuare a garantire il trasporto pubblico locale ai cittadini del Salento. Ad oggi - prosegue - i servizi di Sud Est sono diminuiti e peggiorati, nessun investimento evidente e immediatamente percepibile sembra essere stato attivato dalla nuova proprietà, Ferrovie dello Stato, intanto Governo e Regione Puglia si disinteressano completamente del fatto che a cittadini e turisti salentini non è di fatto garantito il diritto alla mobilità».

Il pressing di Palese mira ad avere certezze su tempi e modalità di intervento per l’ammodernamento delle tratte su strada ferrata.

«Al Ministro Delrio - è l’appello di Palese - chiediamo di venire in Parlamento a chiarire se esiste un piano industriale e a che punto di attuazione siamo, come sia possibile che in questo anno di tempo i servizi agli utenti siano peggiorati e che fine hanno fatto i 70 milioni di euro aggiuntivi che grazie a un mio emendamento alla manovrina – sottolinea - sono stati assegnati a Sud Est per ripianare i debiti, garantire il piano di risanamento, i livelli occupazionali e quindi anche i servizi agli utenti. Erano soldi da utilizzare nell’ambito del piano di risanamento a copertura delle passività – spiega - fermi restando atti e provvedimenti precedenti».

«Obiettivo della norma - spiega - era ed è quello di blindare il processo di passaggio a Fs, stabilire gli obblighi della nuova proprietà e garantire il risanamento con conseguente garanzia dei livelli occupazionali e del potenziamento e miglioramento dei servizi agli utenti».

Per l’onorevole berlusconiano la situazione di disagio che si è acuita in questi giorni in cui il flusso di vacanzieri nel Salento è aumentato a dismisura, è inaccettabile.

«Ogni giorno leggiamo di pendolari e turisti che trovano biglietterie e stazioni chiuse, treni bollenti e stracolmi o vengono lasciati a terra per ore e giorni senza alcuna informazione. Il Governo e la Regione Puglia - chiede - devono garantire il corretto impiego delle risorse pubbliche e il diritto alla mobilità dei cittadini salentini. Il Ministro - si legge ancora nell’interrogazione - è a conoscenza della situazione denunciata e il Governo sta vigilando per verificare che Ferrovie dello Stato adempia agli obblighi che la legge impone alla nuova proprietà?».

«Delrio- conclude Palese - non ritiene di dover chiedere conto a Ferrovie dello Stato e alla Regione Puglia dell’attuale gestione disastrosa del trasporto pubblico locale salentino?».

m.c.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione