Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 17:20

Pasqua & pasquetta

Fuoco alle «caremme»
da Gallipoli ad Alliste

Tradizioni ed eventi Eppoi, gite, lettini in spiaggia e le iniziative del festival

Fuoco alle «caremme» da Gallipoli ad Alliste

di Giuseppe Albahari

Le «caremme» protagoniste il giorno di Pasqua. La città di Gallipoli è capofila virtuale dei centri salentini che affideranno i fantocci alla furia, devastante e purificatrice insieme, delle fiamme. Ma sia oggi che domani la faranno da padrone anche la musica, le sedie a sdraio e i lettini aperti al sole, le gite di Pasquetta. I fantocci, in realtà, quest’anno sono apparsi dappertutto un poco in ritardo rispetto alla tradizione. La quale, giova ricordare, vuole che le «caremme» comincino all’inizio della Quaresima, tanto che, tra le diverse spiegazioni del nome, la più accreditata è forse proprio quella che ritiene si tratti della storpiatura popolare del termine Quaresima. Non a caso, il fantoccio di donna in gramaglie assolveva anche il ruolo di originale «calendario» del tempo di preparazione alla Pasqua. Ciò perché ai piedi di ciascun fantoccio era appesa un’arancia su cui erano appuntate sette penne di cappone, che, rimosse una per settimana, rendevano evidente l’approssimarsi del tempo della Resurrezione.

CAREMME A GALLIPOLI Quando la Pasqua si celebrava a mezzogiorno di sabato – era anche il tempo di affidare la «vecchina» alle fiamme o, come si suole dire a Gallipoli, di «spararla», termine riferito ai mortaretti con cui è avvolta prima che le sia appiccato il fuoco. Con la riforma liturgica, il tempo del fuoco - che richiama residenti e ospiti incuriositi - è slittato a mezzogiorno di Pasqua. Tra gli appuntamenti cittadini, sono da ricordare quello più centrale, in prossimità della scarpata adiacente il castello dove la «caremma» è allestita dall’associazione culturale «Fideliter excubat», e quello più periferico. «Caremma in periferia» è organizzata dall’associazione «Città Nuova» presieduta da Nicola Ripa, che da dodici anni aggrega i residenti nel quartiere San Gabriele dell’Addolorata. Non manca la musica per accompagnare l’attesa e la successiva distribuzione di tradizionali dolci pasquali ai più piccoli. Sarà «mezzogiorno di fuoco», tra gli altri, anche all’incrocio tra le vie Consalvo di Cordova e Isabella D’Aragona a cura dell’associazione «Ampalea dei leoni», tra via Udine e viale Bari e nello spazio parrocchiale della chiesa di San Lazzaro.

Le altre «Vecchine» Sono di norma pomeridiani e serali, invece, gli appuntamenti con il fuoco ad Alezio, Sannicola e Tuglie, dove le «caremme» sono sovente sedute su spazi privati, dai balconi alle terrazzine. È questo il caso di Alliste, dove la ricorrenza è celebrata grazie all’impegno di Fabrizio Casto, che si è assunto il benemerito compito di «sacerdote» delle tradizioni. La sua «vecchina», circondata da attrezzi d’uso quotidiano tra cui il fuso che in passato era appannaggio di un poco tutte le «caremme» a testimoniare lo scorrere del tempo, sarà bruciata all’imbrunire.

MUSICA La città di Gallipoli ospita oggi la seconda delle tre giornate del «Peninsula music and art festival» articolato in tre fasce orarie: «all day» fino alle 20, in cui trovano spazio anche le visite ai beni culturali e gli «happy hour» come quello tradizionale del Samsara Beach, dove saranno di scena dj Osso, Osvaldo Dell’Anna, dj Spike e Marco Giorgino; «vespertine» dalle 19 a mezzanotte, dove trvano spazio i concerti sulle piazze Tellini e Giovanni XXIII; «nocturne» per accompagnare i nottambuli da mezzanotte alle 4. A proposito dei concerti, piazza Tellini ospita gli «Eiffel 65», Provenzano dj e Dino Brown mentre in piazza Giovanni XXIII saranno di scena dj Charly, dj Spike, Luca Bad e Gaws. Da ammirare le mura del castello, scenario d’un mapping tridimensionale.

PASQUETTA Sarà questo il trait-d’union con la giornata di domani. Del tutto nuova, invece, la proposta musicale, che, a limitarci ad un solo nome, ha un punto di grande forza attrattiva nella performance pomeridiana di Gregor Salto in programma al Samsara Beach. Star internazionale, Gregor Salto, dj e producer, è autore delle hit «Para Voce» (2016), «Samba do Mundo» (2014) e tanti altri success. Pasquetta «alternativa», infine, al parco divertimenti «Splash», sempre nella «città bella»: alle piscine, agli acquascivoli e ai molteplici motivi di richiamo per i bambini offerti da Fabilandia, faranno da cornice gli spettacoli con Mudù e Piero Ciakky, la consolle affidata a dj Solero e Tony Piteo, la dance hall firmata Mary J, le selezioni musicali di Omar Mancino e Karin Palma, il karaoke con Eugenio e Eloisa. E chi vuol essere lieto sia…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione