Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 18:11

gallipoli

Zuffa in discoteca:
due giovani in ospedale

Uno ha riportato la frattura del setto nasale, l'altro quella della cavità orbitale. Dimessi con una prognosi di 25 giorni

Zuffa in discoteca: due giovani in ospedale

GALLIPOLI - Dalle parole si passa alle mani e due giovani finiscono in ospedale. Notte movimentata, quella tra sabato e domenica, al «Premiere» di Gallipoli. La discoteca è stata raggiunta dai carabinieri, che ora stanno indagando per il reato di lesioni personali gravi.

Tutto è accaduto tra le 3 e le 4.30. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, un gruppo composto da quattro o cinque giovani avrebbe iniziato a discutere in maniera molto animata con un addetto alla sicurezza. I ragazzi erano quasi tutti «alticci», e proprio per questo motivo il dipendente della discoteca ha cercato di riportarli alla calma. Dalle parole, però, si è passati presto ai fatti: la discussione, sicuramente alimentata dai fumi dell’alcol, è degenerata in una zuffa che ha visto diverse persone coinvolte. Per due di queste si è addirittura reso necessario l’intervento dei medici del pronto soccorso del «Sacro Cuore di Gesù». Uno ha riportato la frattura del setto nasale, l’altro quella della cavità orbitale. Dopo la notte e la mattina in ospedale, sono stati dimessi con unaprognosi di 25 giorni.

La discoteca è stata raggiunta dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Gallipoli, diretti dal tenente Francesco Battaglia. I militari hanno acquisito le registrazioni del circuito di videosorveglianza del locale per analizzarle e ricostruire con esattezza la dinamica dell’accaduto. Stanno anche individuando eventuali testimoni, mentre alcune persone sono già state ascoltate. Dell’accaduto è stato informato il pubblico ministero di turno, il sostituto procuratore Antonio Negro. Al momento si indaga contro ignoti per il reato di lesioni personali gravi, ma non è escluso che nelle prossime ore a questo possa aggiungersi anche il reato di rissa, che si verifica nel caso in cui sia accertato il coinvolgimento di più persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione