Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 19:41

L'inchiesta

Gallipoli, acquisite le carte
del concorso del capo dei vigili

Gallipoli, acquisite le cartedel concorso del capo dei vigili

GALLIPOLI - Muove i primi passi l’inchiesta sulle presunte irregolarità per il concorso di comandante della polizia locale di Gallipoli. Nella mattinata di ieri gli ufficiali di pg della Polizia di Stato specializzati nei reati contro la pubblica amministrazione si sono presentati nel Comune di Gallipoli. Gli investigatori, al comando del dirigente Antonio De Carlo, hanno portato via il carteggio relativo ai due bandi, le domande presentate dai vari candidati, le delibere del sindaco e i decreti sindacali. La voluminosa documentazione finirà ora al vaglio del magistrato inquirente. Per il momento nel registro degli indagati è stato iscritto il nome del sindaco Stefano Minerva con l’accusa di abuso d’ufficio. Al vaglio, però, è finita anche la posizione dei vari componenti della Commissione.

La vicenda penale è stata avviata con tre esposti presentati dal vice comandante Giuseppe Parisi (assistito dall’avvocato Giampiero Tramacere) in cui sono state segnalate presunte irregolarità nell’iter amministrativo adottato dall’amministrazione comunale per favorire Paola Vitali. A detta del querelante, il posto di comandante non poteva essere messo a concorso né interno nè esterno perché rimasto vacante, e l’unico ad averne i requisiti per occuparlo sarebbe risultato il solo Parisi. Negli esposti viene ricostruita la cronistoria. I termini per il concorso interno erano scaduti il 30 novembre anche se la commissione non sarebbe mai stata nominata rendendo di fatto nullo il concorso.

Il sindaco avrebbe infatti disposto la sospensione precauzionale della gara in attesa del parere di legittimità richiesto agli organi di controllo. Successivamente (siamo al 15 marzo) è stato indetto un nuovo concorso esterno. Nella giornata di ieri sulla vicenda è intervenuto lo stesso Minerva che, attraverso una nota stampa, ha voluto rimarcare la correttezza nella procedura adottata per i due bandi e che per mancanza dei requisiti il dipendente Parisi, autore degli esposti, non potrebbe mai accedere a tale qualifica. [f.oli.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione