Cerca

Domenica 20 Maggio 2018 | 23:11

lecce

Violenta la figlioletta per 5 anni
lei parla e lui finisce in carcere

Le prove sul cellulare della ragazza, che ha registrato abusi e minacce

Violenta la figlioletta per 5 anni lei parla e lui finisce in carcere

LECCE - Ha violentato la figlia per cinque lunghi anni, iniziando quando era appena una tredicenne. L’ha minacciata, intimidita, l’ha persino pagata per ricompensarla e indurla al silenzio. E così è stato fino quando la ragazzina non ha avuto il coraggio di parlarne con l’amica del cuore e il fidanzatino, che l’hanno convinta a chiuedere aiuto ai servizi sociali del comune e a mettere fine all’incubo.

In manette è finito un uomo di 45 anni della provincia di Lecce. Da ieri mattina è in carcere con una serie di accuse pesantissime: tentata prostituzione minorile aggravata e violenza sessuale continuata aggravata. L’uomo è stato prelevato dalla sua abitazione dai carabinieri di Alezio, supportati dai colleghi della compagnia di Gallipoli, che hanno eseguito l’ordinanza richiesta dal sostituto procuratore Maria Rosaria Micucci e disposta dal gip Antonia Martalò.

L’indagine è partita dopo una segnalazione del Tribunale dei Minori che aveva aperto un procedimento per la tutela della minore (che chiameremo Stefania). La ragazzina non ha mai avuto il coraggio di rivelare alla madre quanto accadeva in sua assenza, un po’ per paura, un po’ per vergogna. Le uniche confessioni sono state raccolte da un’amichetta e dal fidanzatino. Entrambi hanno convinto la ragazza a denunciare gli episodi e a rivolgersi agli assistenti sociali. Sono così scattati gli accertamenti. La ragazzina è stata sentita con la forma protetta dell’incidente probatorio. Ha confermato i presunti abusi confessando di aver avuto istinti suicidi. E che avrebbe compiuto sul proprio corpo atti di autolesionismo.

A confermare quanto sosteneva, anche accertamenti tecnici. Prezioso si è rivelato il telefonino della ragazzina. La giovane l’ha utilizzato come custode dell’orrore. All’insaputa del genitore, nel corso degli anni, ha registrato le sue richieste sessuali, le offerte di denaro, i ricatti e le minacce. L’uomo si sarebbe espresso con un linguaggio esplicito e volgare, accompagnato da epiteti offensivi.

Il telefonino per Stefania avrebbe rappresentato una sorta di diario in cui riversare pensieri, stati d’animo, una situazione di profondo disagio e un sentimento di disprezzo e di delusione nei confronti del genitore. Quei file audio sono stati estrapolati dal telefonino e adesso costituiscono un elemento di prova importantissimo per gli inquirenti.

Da tempo la giovane è stata allontanata dall’abitazione familiare e collocata in una struttura protetta. Il padre è assistito dall’avvocato Giampiero Tramacere. L’interrogatorio di garanzia è fissato per domani mattina. [f.oli.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

M5S e Xylella Puglia - Da sinistra i pentastellati Antonella Laricchia, Gianpaolo Cassese, Cristan Casili, Ruggiero Quarto, Patty L’Abbate, Giovanni Vianello, Vincenzo Garruti e Maria Soave Alemanno

M5S programma in 10 punti per sconfiggere Xylella in Puglia

 
Lecce, consegnate al Fazzidue ludobarelle per bimbi

Lecce, consegnate al Fazzi
due ludobarelle per bimbi

 
Parabita, minacce in greco antico a consigliere comunale: secondo caso

Parabita, minacce in greco antico a consigliere comunale: nuovo caso

 
Salento in bus

In vacanza con «Salentoinbus» tra mare, relax e mete religiose

 
Maglie, giudice riabilitaun docente sospeso

Maglie, giudice riabilita
un docente sospeso

 
Regione Puglia: chi si sottopone a test Hiv non dovrà essere registrato

Hiv, circolare Regione Puglia: «Nelle Asl test anonimi»

 
Porto Cesareo

Porto Cesareo spopola tra gli utenti di «TripAdvisor»

 
Xylella, la Regione Puglia contro i sindaci: si deve rispettare il decreto Martina

Xylella, la Regione Puglia contro i sindaci: si rispetti il decreto Martina

 

MEDIAGALLERY

Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 
Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

 
Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

 
Migranti sbarcati a Otrantoarrestati skipper ucraini

Migranti sbarcati a Otranto
arrestati skipper ucraini

 
Bari, furto d'auto in direttaarriva la Polizia: 2 arresti

Bari, furto d'auto in diretta
arriva la Polizia: 2 arresti Vd

 
Rubarono gommone in portodi Otranto: presi due baresi

Rubarono gommone in porto
di Otranto: presi due baresi Vd

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 19

Ansatg delle ore 19

 
Mondo TV
Francia avverte Italia: rispettate impegni sul debito

Francia avverte Italia: rispettate impegni sul debito

 
Italia TV
Stretta Ue su privacy, Italia in ritardo

Stretta Ue su privacy, Italia in ritardo

 
Economia TV
La rottamazione fa il pieno

La rottamazione fa il pieno

 
Spettacolo TV
A Cannes doppio premio per l'Italia

A Cannes doppio premio per l'Italia

 
Sport TV
Mille Miglia, vince l'argentino Tonconogy

Mille Miglia, vince l'argentino Tonconogy

 
Meteo TV
Previsioni meteo per lunedi', 21 maggio 2018

Previsioni meteo per lunedi', 21 maggio 2018

 
Calcio TV
Ultima di campionato, ma giochi fatti

Ultima di campionato, ma giochi fatti