Cerca

La Provincia assicura sopralluoghi

Salento, piazzole come
pattumiere sulla «367»

Salento, piazzole come pattumiere sulla «367»

di Antonio Ancora

Ogni piazzola di sosta trasformata in una discarica a cielo aperto. Sarà un’impresa temeraria per i turisti in visita nel Salento fermarsi su una delle aree di sosta della strada provinciale 367 che congiunge la statale per Maglie a quella verso Gallipoli. Già dai primi chilometri, diventa quasi impossibile fermarsi con l’auto, a causa dei quintali di rifiuti di ogni sorta abbandonati dai soliti balordi incivili.

Poltrone, giocattoli, scarpe, insegne di negozi, copertoni, lavabi, computer, materiale di risulta, tantissima plastica: qualsiasi tipo di rifiutoe su entrambi i lati della strada. Un biglietto da visita indecente e impresentabile alle migliaia di turisti che ogni estate percorrono la 367 per andare da Otranto verso la Perla dello Jonio e viceversa. Ma la spazzatura non è l’unico problema della sp 367: nonostante sia una delle strade più trafficate d’estate, ai bordi dello spartitraffico e lungo tutta la carreggiata, crescono piante rigogliose che occupano anche la corsia di sorpasso.

«Lunedì effettueremo un sopralluogo per verificare le condizioni della strada – spiega il consigliere provinciale delegato alle Strade Renato Stabile – Ma, ad oggi, non siamo in grado di intervenire. Per la manutenzione servono soldi che oggi le Province non hanno. In Lombardia, la Regione ha destinato alle Province un finanziamento statale di 108 milioni per la sistemazione delle strade. Anche la Regione Puglia potrebbe fare qualcosa di simile, in attesa che il governo nazionale sblocchi la situazione. Sicuramente dobbiamo dire che, se da una parte le istituzioni sono in difficoltà, dall’altra i cittadini dovrebbero imparare a non usare gli spazi pubblici come pattumiere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400