Cerca

Sabato 16 Dicembre 2017 | 12:14

mobilità sostenibile

Auto elettriche a Lecce
in arrivo otto colonnine

auto elettriche

LECCE - Un Piano di mobilità elettrica, 8 nuove centraline pubbliche per la ricarica delle auto e la possibilità di accedere al programma di interventi anche per stazioni di carburante e privati.
Il Comune di Lecce entra nella nuova era della mobilità: l’auto elettrica. Dopo numerosi esperimenti, ecco finalmente un piano organico.
Grazie ad un fondo ministeriale da oltre 28 milioni di euro, la Regione Puglia ha potuto candidarsi per la suddivisione alle città capoluogo delle risorse ad essa destinate.
Parliamo di 1 milione 760mila euro. Hanno presentato una manifestazione di interessa, lo scorso maggio, tutte le città pugliesi, tranne Barletta e Brindisi.
Il fondo è stato così ripartito: il 40 per cento (poco più di 700mila euro) alle cinque città non metropolitane; il resto alla città metropolitana di Bari (1 milione di euro).
Il denaro destinato ai capoluoghi di provincia sono stati poi distribuiti con il criterio del numero di abitanti: a Lecce sono stati destinati per questo quasi 110mila euro (il 16 per cento del totale).

Il Comune poteva scegliere di utilizzare questo denaro per realizzare una rete di ricariche veloci, e per questo ottenere un cofinanziamento ministeriale del 50 per cento, oppure un sistema a ricarica lenta o accelerata (cofinanziamento del 30 per cento).
Si è scelta la prima strada. E così il Settore Mobilità di Palazzo Carafa, come ha detto l’assessore regionale al ramo Luca Pasqualini durante l’ultima riunione di Giunta, ha predisposto un piano per la mobilità elettrica da 219 mila euro per realizzare 8 stazioni di ricarica pubbliche.
Per l’acquisto delle centraline si prevede una spesa di 175mila euro, per la progettazione del piano 22mila euro, per la redazione del piano 11 mila euro e altri 11mila per le attività di comunicazione.
Nello studio di fattibilità, oltre ad essere specificate le caratteristiche tecniche e funzionali delle colonnine di ricarica elettrica, sono individuati i siti delle otto stazioni, che si trovano in piazza Mazzini (due); in via Salandra (due); al parcheggio dell’ex Foro boario (sempre due); ed un altro paio al parcheggio dell’ospedale «Vito Fazzi».
Non è da trascurare il fatto che l’uso dei veicoli elettrici sarà incentivato dal Comune tramite opportune politiche tariffarie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione