Cerca

Domenica 17 Dicembre 2017 | 05:28

Amministrative

Elezioni a Lecce, centrodestra
dà il via libera a Giliberti

Elezioni a Lecce, centrodestradà il via libera a Giliberti

Mauro Giliberti

Ora c’è anche l’ok del tavolo del centrodestra a Mauro Giliberti candidato sindaco di Lecce. La fumata bianca, in attesa del via libera definitivo da Roma, è arrivata ieri sera, al termine del vertice tra i rappresentanti di Forza Italia (Paride Mazzotta), Conservatori e Riformisti (Antonio Gabellone), Fratelli d’Italia-An (Pierpaolo Signore), Noi con Salvini (Leonardo Calò), Area Popolare-Ncd (Luigi Mazzei) e Movimento Salento (Paolo Pagliaro e Mauro Della Valle).
«Senza riserva alcuna, i rappresentanti del centrodestra hanno espresso parere favorevole, riconoscendo in lui (in Giliberti, ndr) la capacità di tutte le diverse sensibilità politiche della coalizione - sottolinea Gabellone - I segretari provinciali auspicano che in tempi rapidi il dottor Giliberti accetti l’indicazione per dare inizio alla campagna elettorale e si riservano, successivamente, di procedere alle iniziative necessarie per l’allargamento della coalizione ad altri partiti e movimenti civici, al fine di elaborare con il candidato sindaco il programma e le modalità dello stare insieme».
Qualcuno, in effetti, ha espresso perplessità e critiche all’indicazione del nome di Giliberti, fatta da Raffaele Fitto, per uscire dalla lotta interna ai Cor per la successione a Paolo Perrone.
Oltre ai dissidi interni a Forza Italia (ne riferiamo nella pagina accanto), una voce critica era arrivata pure da Fratelli d’Italia-An. «Sin da subito abbiamo contestato il metodo, che risulta certamente lontano dal confronto democratico e paritetico, come invece è giusto ché sia, per tenere unite tutte le anime, e soprattutto i partiti, che si identificano nel fronte del centrodestra - spiega il portavoce provinciale Signore - Sarebbe stato opportuno un confronto preventivo e riservato tra i segretari provinciali dei partiti, piuttosto che far rimbalzare sulle cronache della stampa nomi di potenziali candidati con il pericolo di fare l’ennesimo flop e consegnare ad altre forze politiche la nostra città. Fratelli d’Italia-An a Lecce, come altrove, ha voglia di tornare ad essere partito di governo per rinforzare, nell’azione amministrativa e politica, quei valori e ideali propri della destra sociale e popolare, ed è per questo che Giliberti può rappresentare un nome prestigioso da far superare quei vizi procedurali messi in atto da una parte della coalizione».
E critica era stata pure la presa di posizione di Area popolare-Ncd. «Pur nelle perplessità sul metodo adottato che, solo su nostra sollecitazione, è stato corretto, il Coordinamento provinciale e cittadino ha espresso un pieno apprezzamento sulla proposta di candidare a sindaco Mauro Giliberti, che garantisce la giusta discontinuità - sottolinea Luigi Mazzei - A lui vanno ascritte le doti di ottimo conoscitore degli aspetti politici nazionali e locali, e di poter offrire alla coalizione ampie garanzie di competenza e capacità gestionali per il nuovo progetto di Città che con il suo apporto si potrà mettere a punto per Lecce.
La decisione adottata resta condizionata alla ratifica del Coordinamento regionale».
Per il direttivo del Movimento Salento, «Giliberti può rappresentare un validissimo elemento di coesione per la coalizione ed una proposta credibile e autorevole per la guida della città. Conosce a fondo i problemi e le esigenze del nostro territorio ed è straordinariamente apprezzato dai leccesi. Il nostro giudizio sul suo nome non può che essere assolutamente positivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione