Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 23:23

Il bilancio dei fuochi

Quattro feriti per i botti
28enne perde due dita

Quattro feriti per i botti28enne perde due dita

Quattro feriti, di cui uno in modo grave. È il bilancio della «pirotecnica» notte di San Silvestro in provincia di Lecce. A Carmiano un 28enne originario della Romania ha perso due dita a causa dello scoppio di un petardo. È stato accompagnato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Campi Salentina e poi ricoverato nel reparto di Chirurgia plastica.
Un altro ferito, invece, è stato soccorso dai medici dell’ospedale di Tricase. Per lui, fortunatamente, le conseguenze sono state meno gravi: è stato dimesso con una prognosi di sei giorni. Altre due persone, infine, hanno subìto lievi ferite (sempre a causa dello scoppio di petardi) e sono state prese in cura dal personale del pronto soccorso di Gallipoli.
Un bilancio certamente meno grave rispetto agli altri anni, probabilmente grazie all’incremento dei controlli da parte delle forze dell’ordine e delle campagne sulla pericolosità dei botti. E forse anche le ordinanze che diversi sindaci hanno emanato per vietarne l’esplosione hanno contribuito.
Bisogna poi ricordare che nei giorni precedenti Natale e Capodanno in tutta la provincia sono stati eseguiti sequestri di numerosi articoli esplosivi non a norma. A San Cesario, per esempio, i finanzieri di Lecce hanno ritirato quasi 60 chili di fuochi d’artificio proibiti da un negozio gestito da un commerciante cinese. A Gallipoli, invece, gli agenti del commissariato cittadino hanno sequestrato circa 800 giochi pirotecnici venduti in un mercatino natalizio e quasi 150 bombe carta e 94 candelotti artigianali custoditi in un box di un complesso residenziale nei pressi di Lido San Giovanni.
Impegnati per tutta la notte i vigili del fuoco dei diversi distaccamenti dislocati sul territorio provinciale, intervenuti principalmente per domare i roghi scoppiati a causa dell’esplosione dei fuochi d’artificio, soprattutto nei contenitori per i rifiuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione