Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 14:48

Lecce

I magistrati salutano
il procuratore Motta

Fino al 31 dicembre sarà in servizio, poi andrà in pensione

I magistrati salutanoil procuratore Motta

LECCE - Una festa a sorpresa per salutare il capo prossimo alla pensione. Baci, abbracci e tanta commozione, ieri mattina, in Procura. Il saluto riservato al procuratore Cataldo Motta è arrivato nel corso del consueto scambio degli auguri di fine anno. Un omaggio doveroso per il magistrato che, dal 31 dicembre, lascerà il Palazzo di Giustizia. Magistrati e cancellieri hanno voluto salutarlo. Tutti emozionati. Proprio come lo stesso Motta omaggiato con una stampa (realizzata dall’ingegnere Lelly Napoli) con le foto dei procuratori aggiunti e dei sostituti rigorosamente con la toga. Sulla parte alta della stampa campeggia la foto di Motta.

Erano presenti il procuratore generale Antonio Maruccia, i vari sostituti e un collega di tante battaglie, l’ex pg Giuseppe Vignola in pensione da marzo. Gli attestati di stima e di affetto hanno emozionato lo stesso Motta. Visibilmente commosso ha ringraziato tutti: i colleghi dell’ufficio inquirente ma anche i tanti cancellieri e dipendenti che hanno voluto riservare un personale saluto al magistrato. E per stemperare la tensione il procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone ha letto un testo con cui “visto il brillante esito del tirocinio la Procura della Repubblica ha conferito le funzioni di sostituto procuratore al dottore Motta”. Un ruolo che l’ex procuratore ricoprirà fino al 31 dicembre prima di lasciare definitivamente la Procura salvo clamorosi colpi di scena. Nelle prossime settimane il Consiglio superiore della magistratura dovrà nominare il successore: raccoglierà un’eredità molto pesante.

[F.Oli.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione