Domenica 22 Luglio 2018 | 11:03

Lecce

Il sottovia riapre al traffico
ma solo a corsie alternate

Ieri gli interventi di manutenzione del ponte ferroviario dopo i crolli di calcinacci

Il sottovia riapre al traffico  ma solo a corsie alternate

LECCE - Si procede di nuovo attraverso il sottopasso di piazzale Rudiae. Dopo il crollo dei frammenti di cemento dal ponte ferroviario, ieri mattina la ditta incaricata dalle Ferrovie ha avviato le riparazioni delle parti deteriorate che hanno prodotto la caduta dei calcinacci. La corsia in ingresso del sottovia, quella che da piazzale Rudiae procede verso via Diaz, è stata riaperta al traffico nel doppio senso di circolazione, impegnando solo in parte la corsia opposta (ad esclusione del breve tratto sotto il ponte). Una soluzione che ha permesso ieri mattina di mitigare gli effetti sul traffico, che venerdì scorso era andato in tilt dopo la chiusura completa del sottopassaggio per motivi precauzionali.

A presidiare l’accesso, ieri mattina, anche una pattuglia di agenti della polizia municipale, mentre gli operai della ditta hanno provveduto a rimuovere tutte le parti in cemento che hanno ceduto sotto la spinta dell’armatura d’acciaio intaccata dalla ruggine a causa delle infiltrazioni d’acqua.

Ed è stato proprio questo l’elemento riscontrato durante i primi lavori. Infiltrazioni prolungate che hanno intaccato l’intelaiatura in metallo determinando poi il distacco dei frammenti. Una condizione piuttosto comune nei vecchi manufatti edilizi, se non fosse che in questo caso si tratta di una infrastruttura che assolve ad un “pubblico servizio”, supportando la rete ferroviaria. L’evidente carenza di una periodica manutenzione si è rivelata all’improvviso nella prima mattina di venerdì con la caduta dei calcinacci. Un campanello d’allarme che ha allertato i tecnici del Comune, la polizia municipale e i vigili del fuoco, subito intervenuti bloccando l’accesso al sottopasso per motivi di sicurezza in attesa di accertamenti. Dopo la segnalazione, le Ferrovie hanno inviato prima dei tecnici, poi una ditta che si è messa all’opera già nella giornata di venerdì. I lavori sono continuati ieri con la rimozione completa delle parti pericolanti o a rischio. In questo modo si è potuto ripristinare il traffico a doppio senso su una corsia del sottovia, mentre gli operai hanno provveduto alla manutenzione del ponte ferroviario nella corsia opposta. Buona parte dell’intelaiatura in acciaio è stata messa a nudo ed ora si provvederà al trattamento del metallo ed al ripristino dei materiali rimossi.

Transito alternato, dunque, fino a completamento delle riparazioni e disagi parzialmente rientrati. Il banco di prova sarà domani, alla ripresa del lavoro e delle lezioni scolastiche. Il Comune ha tuttavia provveduto a segnalare la parziale chiusura del sottopasso per evitare il ripetersi degli ingorghi che si sono registrati venerdì mattina.

p.b.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Università: ministra Lezzi relatrice con figlio in braccio

Ministra Lezzi contestata:
non hai bloccato gasdotto

 
«Fast food» ambulanti al Tar dopo lo sfratto

«Fast food» ambulanti
al Tar dopo lo sfratto

 
Xylella, Emiliano a Centinaioserve decreto per abbattimenti

Xylella, ministro in Salento:
valutiamo con Ue abbattimento

 
Sequestrati beni per sei mln a esponenti Scu nel Leccese

Sequestrati beni per sei milioni a esponenti Scu nel Leccese

 
Palme date alle fiamme scempio a Parco Tafuro

Palme date alle fiamme
scempio a Parco Tafuro

 
Maxi-sequestro di sostanze anabolizzanti e dopanti: 5 arresti

Maxi-sequestro di sostanze anabolizzanti e dopanti: 5 arresti

 
Giampiero Maci presidente del Casarano

Giampiero Maci
presidente del Casarano

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS