Cerca

la pro loco di leuca

«Serve un commissario
per la statale 275»

strada statale 275

di MAURO CIARDO

SANTA MARIA DI LEUCA - La Pro Loco lancia un appello al ministro Graziano Delrio per sbloccare la statale 275 e la provinciale 358. Una lettera aperta al capo del dicastero per le Infrastrutture e trasporti, in visita oggi a Lecce dove alle 19 incontrerà i sindaci salentini in Prefettura, è stata scritta dall’associazione di volontariato che si occupa della promozione territoriale.
L’obiettivo è quello di sensibilizzare allo sblocco di due tra le principale infrastrutture di collegamento, la prima da cantierizzare, la seconda da riaprire al traffico, per far uscire dall’isolamento la «perla dei due mari».

«Naturalmente i temi che saranno affrontati sono vasti e complessi vista la criticità dei trasporti nel Sud Salento - premettono dalla Pro loco - e non si pretende che un singolo incontro possa dare soluzione concreta ai vari temi. Ci vuole una scala delle priorità da affrontare, la messa a punto di un progetto che analizzi ed entri nello specifico dei singoli temi e, soprattutto, una cabina di regia e monitoraggio delle varie fasi che veda impegnati Stato, Regione ed Enti Locali facendovi il punto della situazione mese per mese anche perché, visti i tempi della burocrazia Italiana, si può dire che la prossima stagione turistica è ormai alle porte».
«Ci rendiamo conto - proseguono - che i problemi in tema di trasporto sono tanti e non bastano poche righe per elencarli ma stante la presenza fisica del ministro sul territorio, vorremmo segnalare alla sua attenzione due sole cose tra le tante: l’ormai famosa statale 275 Maglie-Leuca e la provinciale 358 Leuca-Otranto “panoramica” nel bellissimo tratto che porta da Leuca a Novaglie».

L’analisi sulla statale diventa più dettagliata con l’offerta di una soluzione.
«Per la 275 - spiegano da Leuca - si tratta di una storia infinita per la quale sono stati versati fiumi di inchiostro, è successo di tutto e di più, e lo stato delle cose è ai più ben noto tanto che si rischia di entrare nell’apatia e rassegnazione generale. Lasciamo alla magistratura ordinaria il compito di appurare tutte le responsabilità su questa annosa vicenda, nel frattempo da semplici cittadini ci permettiamo di chiedere al ministro, ove fosse praticabile ciò per snellire e accelerare le procedure, la nomina di un commissario ad acta che abbia poteri straordinari al fine di rendere appaltabile in tempi brevissimi l’opera stradale per intero o per singoli tratti, purché si faccia il prima possibile. Ed ancora ci permettiamo di chiedere alle imprese, per il bene della collettività di cui anch’esse fanno parte, di mettere da parte i sia pur legittimi interessi che tentano di far valere attraverso le istanze giudiziarie e di unirsi in nome dell’interesse comune in un’unica grande ati appaltante e dare corso, tutte insieme, alla realizzazione di questa impresa stradale».

Poi la questione della litoranea, chiusa dalla Provincia per il rischio caduta di un masso da quasi due anni.
«Chiediamo a tutti gli Enti interessati - incalza la Pro loco - di valutare entro breve tempo la validità del posizionamento dei sensori di allarme nei pressi del masso pericolante al fine di aprire la strada sia pur indicando, con apposita segnaletica, il pericolo di caduta massi. Certo - viene precisato - non siamo dei tecnici e possiamo vedere il tutto come molto semplicistico, pertanto rispettiamo il lavoro degli Enti preposti ma chiediamo per i due temi sopra citati di fare presto considerato il tempo ormai trascorso e avendo sotto lo sguardo le numerosissime auto dei turisti nel periodo giugno - settembre che giungono nei pressi della Basilica di Leuca e volendo proseguire per la “panoramica” Leuca-Novaglie per raggiungere il “Ponte Ciolo” e il ”Sentiero delle Cipolliane” si fermano attoniti davanti alle transenne che indicano il divieto di transito. Grazie signor ministro - concludono - se, insieme agli altri numerosi problemi inerenti il trasporto nel Sud Salento, potesse prioritariamente farsi portavoce di questi due principali temi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400