Cerca

Un mega progetto

AAA cercasi a Galipoli
qualsiasi immobile

Una società americana lancia una proposta di acquisto su social network e youtube

gallipoli

L’annuncio parla chiaro: «multinazionale americana investe nel Salento». Compra tutto: case, terreni agricoli, palazzi, masserie. E compra ovunque, ma soprattutto nell’arco ionico. Una pubblicità riuscita per l’agenzia immobiliare che la promuove, un’opportunità ghiotta per chi ha l’acqua alla gola e non solo. È corsa alla vendita.
È quanto sta accadendo nelle ultime settimane, dopo che, prima sui social network e ora su YouTube, ha fatto la sua comparsa lo spot promozionale.
Nessun dettaglio sul presunto colosso a stelle e strisce pronto ad aprire i cordoni della borsa. Se esista davvero non è dato sapere, visto che «il nome non può essere reso pubblico», ha specificato l’agenzia di Matino «garante della trattativa». Unico dettaglio fornito: la società sarebbe operativa nel settore alberghiero e ricettivo, avrebbe già varie sedi in Europa e ne aprirebbe a breve altre in Italia, a Roma. Per il resto, i cittadini dovrebbero vendere ad occhi chiusi, dettaglio che, però, non sembra essere un problema per molti.
Stando a quanto riferisce l’immobiliare salentina, la multinazionale è pronta «ad acquistare immobili nell’area ionica, nei comuni dell’hinterland gallipolino e la stessa Gallipoli». Ed è interessata a tutto: «immobili da ristrutturare, rustici, usati e di nuova costruzione. Gli appartamenti in condominio sono inclusi. Qualsiasi metratura. Altre tipologie sono i terreni agricoli, quelli edificabili ed anche con progetti approvati. Sono richieste anche strutture turistiche alberghiere e similari anche da realizzare in tutta l’area del Salento. Sono richiesti casolari, tenute, ville, masserie, ecc.». Devono essere, però, beni «compravendibili in velocità», cioè in regola con la documentazione, e si compra a prezzo di mercato.
I contesti sono i più vari: mare, campagna, centri storici, persino nelle periferie degli abitati. I paesi elencati, oltre a Gallipoli, comprendono l’intero circondario: «Sannicola, Chiesanuova, San Simone, Tuglie, Alezio, Parabita, Matino, Casarano, Taviano, Melissano e anche limitrofi».
Dunque, occhi puntati sul comprensorio delle vacanze salentine. L’obiettivo dichiarato, infatti, è «creare una ricettività diffusa e non solo concentrata all’interno di un unico contesto». [t.c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400