Cerca

Ad Ugento

Tragedia a Lido Marini
annega anziano turista

L'uomo, Nicola Cazzato, 82 anni, era originario di Presicce ma viveva a Torino

Tragedia a Lido Mariniannega anziano turista

LIDO MARINI (UGENTO). Annega in mare nell’ultimo giorno di vacanza nel «suo» Salento. Ancora una tragedia nelle acque dello Ionio: ieri mattina ha perso la vita Nicola Cazzato, 82 anni, originario di Presicce ma residente da molti anni a Torino.
Stando a una prima ricostruzione dell’accaduto, il pensionato, che non era sposato, aveva raggiunto la spiaggia di Lido Marini per trascorrere una giornata al mare. Era l’ultimo giorno di vacanza nell’abitazione al mare che condivideva con fratelli e nipoti: oggi pomeriggio sarebbe dovuto ripartire per il Piemonte.
Intorno alle 12 un bagnante lo ha intravisto ad alcune decine di metri dalla costa: poiché era immobile, si è subito insospettito e si è avvicinato, scoprendo così che era ormai senza vita. Ha quindi trascinato il corpo a riva, sulla spiaggia di un noto hotel, e ha chiamato i soccorsi. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118, ma il personale medico non ha potuto fare nulla se non accertare il decesso.
Il luogo della tragedia è stato raggiunto dai carabinieri di Ugento, diretti dal luogotenente Daniele Corrado, che si sono messi alla ricerca di informazioni per risalire alle generalità dello sfortunato anziano. Dopo qualche minuto hanno ritrovato gli effetti personali dell’uomo e, tramite il cellulare, sono riusciti a rintracciare i parenti per comunicare loro la triste notizia. Sul posto è giunto il fratello dell’anziano, che ha eseguito il riconoscimento del corpo.
Dell’accaduto è stato informato il magistrato di turno, il sostituto procuratore Francesca Miglietta, che ha disposto il trasferimento della salma nella camera mortuaria del «Vito Fazzi» di Lecce. Probabilmente, già nella giornata di oggi, il pubblico ministero conferirà al medico legale l’incarico di esaminare il corpo per accertare le cause che hanno portato alla morte dell’82enne. Se le circostanze dovessero richiederlo, potrebbe anche essere eseguita l’autopsia. Alla base dell’accaduto potrebbe esserci stato un malore.
I funerali si svolgeranno a Torino non appena la Procura rilascerà il nulla osta per il rientro della salma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400