Cerca

Riammesso in consiglio

Gallipoli, Fasano torna
al Comune: giustizia è fatta

Il tribunale sospende il provvedimento ineleggibilità del prefetto dopo condanna a tre anni e mezzo quando era assessore provinciale

FLAVIO FASANO

L’avvocato 57enne Flavio Fasano è stato reintegrato nel Consiglio comunale di Gallipoli da dove, come consigliere di minoranza, era stato sospeso agli inizi del mese dal prefetto di Lecce, Claudio Palomba, in applicazione della legge Severino. Fasano, sconfitto al turno di ballottaggio lo scorso mese di giugno, era stato dichiarato dal prefetto ineleggibile dopo la condanna a tre anni e mezzo con interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena per i reati di turbativa d’asta, violazione del segreto d’ufficio, falso, corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio, concussione e abuso d’ufficio. Reati commessi - secondo l’accusa - quando rivestiva la carica di assessore ai lavori pubblici della Provincia di Lecce, all’epoca della giunta guidata da Giovanni Pellegrino.
Fasano aveva presentato ricorso contro il provvedimento di sospensione. Il giudice del Tribunale civile, Piera Portaluri, sospendendo l’efficacia del provvedimento prefettizio, ha fissato per il 20 gennaio 2017 la comparizione delle parti davanti al collegio della prima sezione. «Giustizia è fatta», ha detto Fasano che ha annunciato per domattina una conferenza stampa nella quale saranno illustrati i contenuti del provvedimento di dieci pagine del giudice Portaluri, oltre ai "riflessi giuridici che sorgeranno in ordine alla illegittimità della seduta del Consiglio comunale tenutasi il 10 agosto scorso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400