Cerca

Buon esempio a Melissano

«Rimborso esagerato»
assessora rifiuta i soldi

Aveva speso 36 euro, gliene spettavano 256: ha detto no

«Rimborso esagerato»assessora rifiuta i soldi

MELISSANO - Oltre 250 euro a fronte dei 36 effettivamente spesi, e l’assessore rinuncia al rimborso e lascia i soldi nelle casse del Comune. Accade a Melissano, dove Silvia Fasano, da poche settimane titolare delle deleghe al Bilancio, al Contenzioso e al Turismo nella giunta del nuovo sindaco Alessandro Conte, ha rifiutato somma che il settore finanziario aveva stanziato per rimborsarle le spese sostenute per un viaggio istituzionale a Bari.
Lunedì l’assessore ha raggiunto la sede della Regione Puglia per partecipare a un convegno riguardante il Piano strategico del turismo e la programmazione delle attività per l’accoglienza turistica e delle attività turistico-culturali. L’auto del Comune non era disponibile, quindi ha dovuto utilizzare la propria vettura, su autorizzazione del sindaco.
«Giovedì - spiega l’assessore - ho comunicato agli uffici comunali di aver speso 36 euro tra carburante e vitto. Ieri il settore finanziario ha determinato di dovermi rimborsare 252 euro e 65 centesimi. Una somma molto alta, alla quale ho deciso di rinunciare». In realtà, spiega ancora l’assessore, «la determina contiene un errore: invece di 440 chilometri totali di strada percorsa, ne sono stati considerati 880». La spesa, calcolata in ragione di un quinto del costo di un litro di carburante per ogni chilometro percorso, è risultata quindi essere il doppio di quella effettivamente da stanziare. La somma corretta sarebbe stata di circa 130 euro. L’errore, comunque, non cambia nella sostanza l’opinione dell’assessore: «Anche se la cifra fosse stata corretta - afferma - non avrei accettato. Si sarebbe trattato di un importo ugualmente spropositato rispetto a quello che ho effettivamente speso. Se fossi stata a conoscenza del metodo usato per calcolare le spese di viaggio, non avrei mai richiesto il rimborso. Lunedì protocollerò una nota per rinunciare all’importo stanziato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • salvatore favale

    10 Luglio 2016 - 19:07

    IO credo che col suo gesto accattivante per ottenere consenso non stia avvicinado i giovani alla politica. O meglio sta "dicendo tra le righe" che, se non avete soldi da parte, non potete candidarvi ad amministrare la cosa pubblica. Plauso per la correzione dell'errore matematico ma dove prende i soldi LEI quando deve cambiare olio e filtri, pagare bollo+assicurazione? Perciò esiste quel conteggio

    Rispondi