Cerca

sicurezza

Il Patto per Gallipoli
a battesimo con Alfano

Il ministro firma con il Presidente Emiliano il patto sulla sicurezza integrata per lo sviluppo controllato del territorio

gallipoli

Accordo per la sicurezza integrata per lo sviluppo del territorio di Gallipoli. Il «patto» sarà firmato questa mattina, alle ore 11.30, nel salone degli Specchi della prefettura di Lecce, tra la stessa prefettura, la Regione, il Comune di Gallipoli, Provincia, altri enti pubblici e oltre sedici categorie produttive operanti sul territorio della «Città bella», alla presenza del ministro dell’Interno, Angelino Alfano e del presidente della Regione, Michele Emiliano.
Tale accordo - viene sottolineato - si inquadra nell’ambito delle ultime linee strategiche per il controllo coordinato del territorio diramate dal ministro dell’Interno, che hanno evidenziato la necessità di rafforzare la collaborazione tra amministrazioni pubbliche centrali, locali e società civile per corrispondere alla crescente domanda di sicurezza, sempre più partecipata, sia pur nel rispetto dei ruoli e considerando anche i diversi contesti territoriali di riferimento. Tutto ciò al fine di individuare iniziative idonee ad assicurare un territorio sotto controllo.
Più in particolare, vengono individuati nuovi modelli operativi per prevenire forme di infiltrazioni della criminalità organizzata nelle attività turistiche e produttive, misure di ottimizzazione degli strumenti di videosorveglianza nonchè, dopo i tragici episodi verificatisi la scorsa estate, l’avvio di un progetto pilota per dotare tutti i locali di intrattenimento e gli stabilimenti balneari di defibrillatori, misura questa pienamente condivisa anche dalle associazioni di categoria. Inoltre - viene sottolineato dalla prefettura - a seguito dell’istituzione del distretto turistico del Salento, si prevede l’applicazione degli strumenti e delle misure di semplificazione previsti dalla specifica normativa delle zone a burocrazia zero.
Intanto, il coordinatore provinciale di Area popolare-Ncd, Luigi Mazzei, approfitterà della presenza a Lecce di Alfano per consegnare al ministro una lista delle principali criticità ed esigenze territoriali. «Intanto - dice Mazzei - necessità di investimenti sulla sicurezza per la nostra provincia, in termini di mezzi e persone. L’incentivo sulla videosorveglianza territoriale è fondamentale per lo sviluppo economico e favorire investimenti nel Salento. Poi il miglioramento della mobilità territoriale, in una zona ad alta vocazione turistica. Emblema delle carenze il Frecciarossa che a Lecce arriverà solo nei fine settimana. Ma occorre investire nel collegamento tra aeroporto e ferrovie con le località turistiche del Salento. Infrastrutture necessarie ed attese da anni».
Mazzei poi mette sul tappeto altre due emergenze. «La pandemia della Xylella - dice - che ha colpito gli ulivi, con la necessità di tutela del patrimonio paesaggistico ed economico salentino. Eradicare ormai serve a poco, va attuata una politica di convivenza per superare la crisi. Infine la realizzazione della statale 275 fino a Leuca, senza perdite ulteriori di tempo. Cantierizzare subito, commissariando se necessario, ma non si possono perdere finanziamenti essenziali per lo sviluppo economico e la sicurezza di un territorio. Sono certo che il ministro porrà la massima attenzione sulle nostre richieste, essendo un uomo del Sud da sempre sensibile alle esigenze del Mezzogiorno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400