Cerca

Indagine della procura di Lecce

Bari, documenti falsi
per permesso soggiorno
14 cinesi a giudizio

Era stato notato nel 2010 un incremento della presentazione di istanze di rilascio o rinnovo di permesso di soggiorno da parte di cittadini di origine cinese, trasferiti a Lecce da poco e provenienti per lo più dalla Toscana

Bari, documenti falsi per permesso soggiorno 14 cinesi a giudizio

BARI - Il gip di Lecce Michele Toriello ha disposto il rinvio a giudizio per 14 cittadini di nazionalità cinese ritenuti responsabili di avere in concorso tra loro, utilizzato documentazione falsa, allegandola alle istanze per il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno.

L’indagine della procura di Lecce è cominciata alla fine del 2010 sulla base di un’informativa di reato della divisione Immigrazione della Questura di Lecce i cui esperti hanno notato in quel periodo un considerevole incremento della presentazione di istanze di rilascio o rinnovo di permesso di soggiorno da parte di cittadini di origine cinese, trasferiti a Lecce da poco e provenienti per lo più dalla Toscana.

Dalle verifiche è emerso come in seguito all’ottenimento del titolo di soggiorno, molti di loro avessero poi spostato la residenza nelle province di provenienza o cessato il rapporto di lavoro aperto in precedenza. La prima udienza del processo è stata fissata il prossimo 22 giugno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400