Cerca

Copertino

Bomba contro la casa
di pregiudicato salentino

Il destinatario dell’attentato sarebbe Giovanni Savina, 20 anni, pregiudicato considerato emergente, già arrestato in passato per rapina e furto

vigili del fuoco

COPERTINO (LECCE) - Attentato dinamitardo la notte scorsa a Copertino dove sconosciuti hanno fatto esplodere un ordigno rudimentale di medio potenziale davanti all’abitazione di una donna incensurata di 47 anni, in via Iconella 40, nel centro storico del paese. Non ci sono stati feriti, anche se la donna era in casa insieme ai tre figli.

L'ordigno, posizionato all’interno di una corte davanti ad un vano scala delimitato da una cancellata, ha provocato il crollo di parte della scala esterna, danni alla porta, alle finestre e ad alcune abitazioni vicine.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri della Tenenza di Copertino, secondo i quali il destinatario dell’attentato sarebbe uno dei figli della donna, Giovanni Savina, 20 anni, pregiudicato considerato emergente, già arrestato in passato per rapina e furto, che era anche lui nell’abitazione. L’ufficio tecnico del Comune ha dichiarato l'inagibilità dell’abitazione, raggiungibile solo attraverso la scala esterna parzialmente crollata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400