Cerca

Altro tassello

Ok dalla Commissione Ue
ad accordo tra Grecia e Tap

Il gasdotto è destinato a collegare la Grecia all’Italia, in particolare alla Puglia

gasdotto tap

BRUXELLES - La Commissione europea approva l'accordo tra la Grecia e la Trans Adriatic Pipeline (Tap), un progetto che, spiega Margarethe Vestager, Commissaria alla Concorrenza, «migliora la sicurezza dell’approvvigionamento energetico nel sud est Europa, in osservanza delle regole, senza distorcere la concorrenza e il mercato». Il gasdotto è destinato a collegare la Grecia all’Italia, in particolare alla Puglia.

La decisione odierna sul nuovo gasdotto che raggiungerà l’Italia 'atterrandò sulle coste pugliesi, «apre la strada alla realizzazione in Grecia di una infrastruttura multimiliardaria», ha sottolineato Vestager. «Gli incentivi offerti dalle autorità greche - ha aggiunto la commissaria - sono limitati a quanto necessario per la sua realizzazione e compatibili con le regole Ue sugli aiuti di Stato».

Per il commissario all’energia Maros Sefcovic, quello di oggi è un «importante passo in avanti» per il completamento del mercato unico dell’energia e la realizzazione del corridoio meridionale attraverso cui far affluire il gas vero l’Europa. "Proprio ieri - ha detto ancora il commissario - tutti le parti interessate al progetto, riunite a Baku, hanno confermato la volontà di realizzare questa infrastruttura rispettando i tempi indicati».

Il consorzio Tap (Trans Adriatic Pipeline), formato dalle società BP (20%), SOCAR (20%), Snam (20%), Fluxys (19%), Enagás (16%) e Axpo (5%), nei prossimi anni investirà 5,6 miliardi di euro nella costruzione del gasdotto, di cui 2,3 miliardi in Grecia.

Il via libera dato dalla Commissione europea all’accordo (Host Government Agreement, HGA) concluso tra il governo della Repubblica Ellenica e il consorzio Tap, «è - secondo Ian Bradshaw, Managing Director di Tap - un altro importante passo avanti verso il completamento di Tap». "L'annuncio - è detto in una nota (ribadisce che la realizzazione del nostro progetto in Grecia, con i suoi standard tecnici, di sicurezza, ambientali e sociali, l’accesso ai terreni e l’acquisizione dei permessi) avviene pienamente in linea con il principio della parità di condizioni».

«Tap guarda con fiducia alla costruzione e alla implementazione del progetto, forte della collaborazione della Repubblica Ellenica - conclude Bradshaw - e vogliamo ringraziare la attuale amministrazione per l’eccellente lavoro fatto per concludere positivamente la verifica di compatibilità con le regole europee sugli aiuti di Stato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400