Cerca

Lecce, magia di festa con eventi da 90mila € ed è polemica

Lecce, magia di festa con eventi da 90mila € ed è polemica
LECCE - Il Comune perfeziona il cartellone delle iniziative natalizie e mette mano al portafoglio anche per aiutare le Parrocchie. Nel frattempo, dietro le quinte del palcoscenico della «Capitale italiana della cultura 2015», matura un’altra polemica, che ha avuto vita breve ma è bastata ad infiammare l’atmosfera dalle parti di Palazzo Carafa. L’installazione de «L’albero della cuccagna», opera dell’artista Mimmo Paladino (che fa parte di una mostra curata da Achille Bonito Oliva), che cominciava ieri per essere inaugurata oggi, è stata rinviata «in data da definirsi, ad inizio 2016, per opportunità tecnico-logistiche», come indicato dal Comune in un comunicato dell’ultim’ora. Uno stop che non ha convinto. Infatti, tra le indiscrezioni rimbalzate in città, c’è stata quella che ha riferito di «incomprensioni» tra l’artista e l’Amministrazione riguardo il sito. Come si legge nella delibera di Giunta del 15 dicembre scorso, l’opera doveva essere posizionata nell’area pedonale di vicolo dei Fedele, adiacente Palazzo Carafa, in piazza Sant’Oronzo. Il sito probabilmente non è stato ritenuto il migliore per le dimensioni fisiche e simboliche dell’opera, forse idealmente collocata, per esempio, in piazza Duomo.

In attesa che la vicenda venga meglio chiarita, il Comune continua con le altre iniziative di «Magie di una festa», il cartellone natalizio costato quasi 90mila euro. L’importo maggiore ha riguardato l’allestimento del presepe nell’anfiteatro, 43mila euro; all’inaugurazione si procederà, com’è consuetudine, la sera del 24 dicembre prossimo (ne riferiamo a parte), celebrata con un concerto (1500 euro). Mille euro, invece, per il concerto del «Coro polifonico dell’Università del Salento», che si terrà domenica 27 dicembre, nella chiesa di Sant’Irene.
Da domani, poi, si potrà visitare la Mostra del presepio a Palazzo Turrisi, aperto sino al 6 gennaio prossimo. A proposito di presepi, è stato previsto pure l’itinerario guidato nei centri salentini (per il quale sono stati impegnati diecimila euro».

Non sfuggono all’attenzione dei residenti e dei visitatori le luminarie artistiche di piazza Sant’Oronzo (con il suggestivo albero), della villa comunale, dell’anfiteatro, dei Teatini, della Fiera di via Cavallotti, ma anche di piazza Mazzini e dei mercati di Settelacquare, Porta Rudiae, Santa Rosa, viale Aldo Moro (in tutto, 15mila 860 euro). Inoltre, in piazza Sant’Oronzo, fino al 28 dicembre una sofisticatissima tecnica di videoproiezione trasforma la facciata del palazzo Ina in un campo d’azione spettacolare per l’applicazione di tecniche d’arte, grafica e animazione 3D (17mila euro). In cartellone, tra le altre cose, pure il «Kids festival internazionale del teatro e della creatività per l’infanzia», già inserito nella rassegna di Capitale italiana della cultura, che prevede, dal 2 al 6 gennaio prossimi, numerose attività dedicate alle famiglie ed ai più piccoli al Paisiello, in piazza Antonio Quarta, in via dei Mesagnesi. Questo è quello che si vede. Ma l’amministrazione comunale ha fatto pure quallo che non si vede, per Natale, stanziando, per esempio, seimila euro per l’acquisto di pacchi alimentari da distribuire alle Parrocchie in occasione della prossima Epifania. [e.t.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400