Cerca

Frecciarossa a Lecce Emiliano oggi a Roma con Delrio e Elia (Fs)

Frecciarossa a Lecce Emiliano oggi a Roma con Delrio e Elia (Fs)

LECCE - Lo ha detto il prefetto Claudio Palomba, ieri mattina, a conclusione dell’incontro con i rappresentanti delle associazioni industriali, artigianali e dei sindacati. Tutti in Prefettura a rimarcare l’importanza di prolungare la tratta Milano-Bari fino al Salento. Lo hanno fatto alla vigilia dell’incontro che Michele Emiliano avrà alle 17 di oggi, a Roma, con il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Graziano Delrio e con l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Michele Mario Elia. Era stato proprio quest’ultimo a bocciare la possibilità del Frecciarossa fino a Lecce perché «anti-economico». Poi, però, si era aperto uno spiraglio davanti alla possibilità che la Regione Puglia faccia la sua parte.

E, ieri mattina, in Prefettura è stato ribadito come il Salento assegni a questa vicenda un «valore simbolico di un intero territorio, che non riguarda solo la mobilità, ma anche e soprattutto la possibilità di giocarsi le proprie carte di sviluppo.

Il prefetto di Lecce, dopo aver ascoltato gli interventi dei presenti, ha tirato le somme: «Condivido quasi tutto, non tutto, quello che avete detto - ha premesso Palomba - Io penso che questa sia una questione politica, perché le scelte aziendali, per quanto riguarda Ferrovie dello Stato, rispondono all’indirizzo politico. Il presidente Emiliano porterà avanti le richieste di questo territorio, ma è bene che tutte le categorie facciano sempre sentire la propria voce».

Poi il prefetto ha rilevato come, complice la stagione turistica da record, ad oggi tutti i trasporti con destinazione Salento siano risultati molto utilizzati. «Possiamo assicurarvi che, come Prefettura, porteremo davanti al Governo, le esigenze che ognuno di voi ha espresso - ha assicurato Palomba ai suoi ospiti - Del resto, se si parla di Piani per il Sud, è giusto investire anche su questo territorio. Io sono campano e il Frecciarossa mica si è fermato a Napoli, ma è arrivato fino a Salerno. Se ciò è stato fatto per quella tratta, non vedo perché non farlo anche qui, considerato che si tratta di situazioni molto simili. Aspettiamo fiduciosi - ha concluso il prefetto - E, di certo, il nostro presidente non è timido e si farà valere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400