Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 10:49

Gagliano, condannato per violenza sessuale assolto dopo 11 anni

Gagliano, condannato per violenza sessuale assolto dopo 11 anni
GAGLIANO DEL CAPO - A distanza di undici anni viene assolto dall’accusa di violenza sessuale dopo aver incassato in primo grado una condanna a 8 anni e mezzo. Solo nelle scorse ore è finito un vero e proprio incubo per R.F., 65 anni, ristoratore di Gagliano del Capo. L’imputato era finito alla sbarra perché, secondo le indagini, avrebbe abusato di una donna polacca rimasta in servizio nel suo ristorante per una ventina di giorni nell’estate del 2004. Dopo ben quattro processi, è arrivata la sentenza di assoluzione con formula piena «perché il fatto non sussiste», così come deciso dai giudici d’Appello. Un verdetto emesso dopo che la condanna di primo grado era stata confermata in secondo.
La Cassazione, poi, annullò la sentenza e rinviò il processo dinanzi a un nuovo collegio della Corte d’Appello.I giudici (presidente Vincenzo Scardia) hanno di fatto accolto il ricorso degli avvocati difensori Luca Puce e Roberto Rizzo. La questione sollevata dai legali riguardava l’impossibilità di poter accertare in aula le accuse che la donna rivolse al ristoratore con l’esposto presentato ai poliziotti del Commissariato di Taurisano. Partita pochi giorni dopo la denuncia che diede il via alle indagini, in tutti questi anni non è stato possibile rintracciarla.
Per dimostrare accuse così gravi era necessario avere dei riscontri che non si sono potuti avere. Gli avvocati hanno citato a questo proposito un articolo della carta costituzionale: «La colpevolezza dell’imputato non può essere provata sulla base delle dichiarazioni rese da chi, per libera scelta, si è sempre volontariamente sottratto all’esame». Così i giudici hanno accolto le tesi difensive cancellando definitivamente la pesante accusa contestata al noto ristoratore. [f.oli.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione