Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 20:28

Vittima di estorsione prepara trappola con Cc

Vittima di estorsione prepara trappola con Cc
LECCE - Vittima di una estorsione da parte di un conoscente, un artigiano di Lecce ha deciso di denunciare tutto ai carabinieri che, insieme alla vittima, hanno organizzato una trappola arrestando un giovane di 29 anni, già noto alle forze dell’ordine. Era da tempo che quest’ultimo vessava l’artigiano. In occasione dell’ultimo episodio per telefono lo aveva invitato a preparare 450 euro, altrimenti avrebbe attuato ritorsioni nei confronti suoi e della sua famiglia. Di fronte alle lamentele della vittima, il presunto estorsore lo ha minacciato di scioglierlo nell’acido.

La trappola è stata tesa nell’azienda dell’artigiano dove era stata concordata la consegna. I numeri di serie delle banconote sono state annotate e fotografate. I carabinieri hanno prima ascoltato il colloquio tra i due. Quando la vittima ha detto di aver racimolato solo 200 euro invece dei 450 richiesti, è stata minacciata dal 29enne che gli ha ordinato di far trovare la restante somma per le 16 della stessa giornata, consigliandogli di rubare gli altri 250 o l’equivalente in monili di oro nell’abitazione dei genitori. In caso contrario gliene avrebbe chiesti di più e lo avrebbe ucciso di botte.

L'uomo poi, a un certo punto, ha deciso di impossessarsi quantomeno della somma di 200 euro che la vittima aveva preparato per lui. Presi i soldi, mentre usciva dall’azienda, è stato bloccato e arrestato dai carabinieri della Stazione di Lecce Santa Rosa e da quelli del Nucleo Operativo della Compagnia di Lecce che lo hanno perquisito recuperando dal portafogli la tangente ricevuta poco prima. Deve rispondere di estorsione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione