Cerca

Edilizia, nel Salento persi 5mila posti di lavoro negli ultimi sei anni

Edilizia, nel Salento persi 5mila posti di lavoro negli ultimi sei anni
BARI – In sei anni in provincia di Lecce sono "spariti" quasi 5.000 lavoratori edili: per lanciare l'allarme sulla situazione di crisi del settore e per chiedere al governo una riforma delle pensioni per gli edili, il 18 luglio due pullman di operai partiranno da Lecce alla volta di Roma per partecipare alla manifestazione nazionale unitaria.
I rappresentanti salentini di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil in una conferenza stampa hanno annunciato che intendono chiedere di "ridurre l’età pensionabile, consentendo uscite flessibili e senza penalizzazioni a chi svolge mansioni pesanti, come gli edili e i cavatori, che per poter avere uno straccio di pensione sono costretti a stare sulle impalcature o in cava fino a 67 anni, con rischi per la vita, come confermano i dati in crescita di infortuni gravi e mortali tra gli over 60. Non solo, ma a questi lavoratori, caratterizzati dalla discontinuità lavorativa, occorre garantire anche ammortizzatori sociali adeguati, con l’aumento di periodi di copertura contributiva".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400