Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 16:56

«Lavoro gratis se iscrivete mio figlio all'università»

«Lavoro gratis se iscrivete mio figlio all'università»
di FLAVIA SERRAVEZZA

LECCE - «Caro Rettore, mi faccia lavorare un mese gratis per la sua Università in cambio dell’iscrizione gratuita al primo anno per mio figlio». Comincia così la lettera-appello di un giovane padre disoccupato che vive a Lecce, in una casa popolare della ex zona 167. Il secondo dei suoi tre figli si è appena diplomato «con ottimi voti» in un liceo cittadino e ora vorrebbe proseguire gli studi per diventare avvocato. Ma l’affitto da pagare pesa sul capo come un macigno e tra bollette e spese quotidiane, di soldi in tasca ne restano davvero pochi.

«Sono disposto a fare pulizie nelle sedi universitarie ovunque occorra, anche nei bagni, oppure lavori di giardinaggio, pitturazioni dei muri, manutenzione di ringhiere, qualsiasi cosa serva, mi metto a disposizione», racconta al telefono. La lettera, che questo padre di 48 anni ha scritto al rettore Vincenzo Zara, non è ancora giunta a destinazione.
«L’ho spedita per posta, mio figlio non ne sa nulla», dice. «Sono un padre che ama i suoi figli - ripete - io e mia moglie non gli abbiamo mai fatto mancare nulla, anche se ci arrangiamo con lavori occasionali. La mia famiglia, come tante in questo periodo, purtroppo è messa a dura prova dalla crisi economica. Ma si stringe il cuore quanto mio figlio chiede di potersi iscrivere all’Università. Tra iscrizione e testi scolastici, noi non ce lo possiamo proprio permettere».

Chi è genitore può capire la profonda disperazione di quest’uomo. «L’alternativa all’Università - confessa - sarebbe quella di portarlo con me quando riesco a fare qualche lavoretto, ma i soldi che guadagno io sono una miseria, non verrebbe nemmeno gratificato da un minimo di guadagno». Dall’Università del Salento, disponibilità massima ad aiutare il ragazzo - come accade per decine e decine di casi analoghi - attraverso l’ente per il diritto allo studio. Il rettore Zara risponderà alla lettera, ma lo farà in forma privata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione