Cerca

Sotto sequestro Punta suina il lido amato da Ozpeteck «Spianate dune per i lettini»

Sotto sequestro Punta suina il lido amato da Ozpeteck «Spianate dune per i lettini»
GALLIPOLI - Dune spianate e scogli levigati è questa l'accusa che è costata il sequestro di una parte dello stabilimento “Punta della Suina”, a Gallipoli, noto lido salito alla ribalta grazie al film “Mine Vaganti” di Ferzan Ozpetek. Nel registro degli indagati è stato iscritto il nome dell’amministratore della società Its srl con l’accusa di distruzione deturpamento di bellezze naturali.
I militari della Capitaneria di Porto di Gallipoli hanno apposto i sigilli su circa 200 metri quadrati di spiaggia e dune inibendo l’accesso con il nastro bianco e rosso.

Dune e scogli che, secondo gli investigatori, sarebbero stati livellati illegalmente per allungare sul tratto di sabbia lettini, ombrelloni e sdraio, il tutto in un’area vincolata. Il lido sorge all’interno del perimetro del Parco naturale Isola di Sant'Andrea-litorale di Punta Pizzo. Questa zona - che unisce costa rocciosa e sabbiosa a circa due chilometri da Gallipoli - risulta di particolare pregio naturalistico grazie alla presenza di una fitta macchia mediterranea caratterizzata da un’importante biodiversità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400