Cerca

«Ramadan al via» L’Imam offre la cena a leccesi e turisti

«Ramadan al via» L’Imam offre la cena a leccesi e turisti
di EMANUELA TOMMASI

LECCE - La comunità islamica apre la moschea ai leccesi ed ai turisti ed offre pasti gratuitamente in segno di dialogo e solidarietà. L’Imam Saifeddine Maaroufi ha voluto dare un senso di scambio e condivisione al Ramadan che comincia oggi. Da questa sera, al tramonto (poco prima delle 20.30), e fino al 18 luglio prossimo, la moschea al rione San Pio sarà aperta a tutti; a disposizione, cibi e pietanze tipiche del Nord Africa, del Pakistan e di altre popolazioni musulmane.
«Le nostre porte sono aperte a chi ha bisogno - spiega l’Imam - in segno di carità e di fratellanza ma anche di apertura e dialogo». Dice che intende essere occasione per uscire dai pregiudizi. «L’anno scorso abbiamo fatto la prima esperienza, andata bene - ricorda Saifeddine Maaroufi - I mesi passati, però, sono stati duri, ci sono state polemiche a Lecce per progetti poco chiari. A livello mondiale, c’è ancora tensione per gli episodi terroristici, alcuni dei quali hanno visto pure vittime italiane. Noi siamo lontani da tutto questo - tiene a sottolineare - e lo stigmatizziamo ad alta voce. Per questo vogliamo mostrare il viso dell’accoglienza e della fratellanza, offrendo anche i prodotti dell’ar - te culinaria araba e musulmana in generale».

Dunque, durante il mese del Ramadan tutto è proibito, alla luce del sole. Si può mangiare - senza limiti ma sempre entro i canoni religiosi - dalle 20.20 alle 3.20. «La cena si apre mangiando datteri e bevendo latte - spiega l’Imam - Poi si prosegue con la harira, la zuppa tradizionale della cucina marocchina, un piatto molto nutriente, arricchito con carni e legumi. E poi ci sono una serie di piatti tipici».
Prima che si intraveda il chiarore dell’alba, intorno alle 3, nella notte, si fa una piccola colazione, prima di affrontare il digiuno di 17 ore. «Tutti sono invitati a partecipare alla nostra tavola - e’ il rinnovato appello dell’Imam - anche solo per poter apprezzare una cucina diversa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400