Cerca

Lecce, tassa rifiuti ecco le nuove tariffe

Lecce, tassa rifiuti ecco le nuove tariffe
di Emanuela Tommasi

La Giunta determina le tariffe Tari per l’anno in corso. A conti fatti, ci sarà un risparmio di circa il dieci per cento, soprattutto a vantaggio delle famiglie. La delibera, dopo l’approvazione dell’Esecutivo municipale, è stata consegnata, ieri, all’esame della Commissione Bilancio e Tributi, e dovrebbe passare all’esame del Consiglio con ogni probabilità lunedì prossimo.

Il dato più evidente è che l’introito previsto dalla nuova tassa sui rifiuti è di 20 milioni 849mila 935 euro, pari a coprire tutto il costo del servizio. Vale a dire due milioni ed 800mila euro in meno rispetto all’anno scorso. «Questo comporterà una riduzione della tariffa di circa il dieci per cento - spiega l’assessore Attilio Monosi - che riguarderà soprattutto le utenze domestiche e, in misura minore, le imprese. Mi fa piacere riuscire a dare una buona notizia in controtendenza sull’andamento nazionale».

Quella del Comune, dunque, è un’azione tesa ad un risparmio strutturale che porta benefici ai contribuenti, intervenendo sui coefficienti attraverso i quali vengono calcolate le tariffe Tari.

Dunque, il costo pari a 20 milioni 849mila 935 euro (che verranno coperti integralmente con la tariffa) è equamente ripartita tra utenze domestiche ed utenze non domestiche. Le prime ammontano a 53mila 632; le seconde a settemila 829. Queste ultime, però, si differenziano in trenta tipologie, ciascuna con tariffa diversa.

Tariffe diverse pure per le utenze domestiche, oscillanti in base al numero dei componenti il nucleo familiare, ovvero gli occupanti l’immobile. Tenendo conto che la tariffa è composta dall’importo della quota fissa per metro quadrato e della quota variabile, la delibera di Giunta stabilisce che un single pagherà 1,15 di quota fissa e 50,7 di variabile; per due occupanti la quota fissa è 1,34 euro ed 86,19 la variabile; per tre componenti, 1,45 euro di quota fissa e 101,4 di variabile.

Ancora: una famiglia di quattro persone corrisponderà importo fisso pari a 1,55 euro (sempre pre metro quadro) più 111,545 euro di quota variabile; cinque occupanti verseranno 1,56 euro di quota fissa e 147,03 di variabile; infine, per sei occupanti, la parte fissa è di 1,51 euro e quella variabile di 172,39 euro.

Sono state previste agevolazioni. I nuclei familiari che hanno un Isee pari a zero non pagheranno la parte variabile della tariffa. A quelli con un Isee fino a seimila euro all’anno verrà praticata una riduzione del 30 per cento della parte variabile. Infine, alle utenze domestiche date in affitto a studenti universitari verrà praticata una riduzione del venti per cento anche qui sul solo importo variabile della tariffa.

Ci sono tariffe speciali, vale a dire quelle giornaliere pagate da coloro i quali occupano temporaneamente locali o aree pubbliche, per i quali l’importo sarà pari alla tariffa annuale del tributo - rapportata a giorno - maggiorata del 50 per cento.

Infine, i gestori dei parcheggi, la tariffa è stata fissata - mediamente - nella misura del 33 per cento della tariffa di riferimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400