Cerca

Bimbo scomparso nel '97 In casa dei genitori rubati gli atti d'indagine

Bimbo scomparso nel '97 In casa dei genitori rubati gli atti d'indagine
RACALE (LECCE) – L'inchiesta giudiziaria è archiviata, ma la vicenda di Mauro Romano, il bambino di Racale (Lecce) scomparso nel 1997 quando aveva poco più sei anni, torna a far discutere. Copia del fascicolo dell’inchiesta è stato infatti rubato nel corso di un furto commesso il 27 gennaio scorso nell’abitazione di via Milano, a Racale, dove vivono i genitori del bambino, Natale Romano e la moglie Bianca. Il furto, denunciato ai carabinieri, è stato rivelato ieri nel corso di una puntata de 'Il Graffio', la trasmissione di approfondimento di Telenorba dedicata ai bambini uccisi e dimenticati.

Gli atti erano conservati in una cassaforte all’interno di un armadio della camera da letto, insieme da altri documenti e a cinque orologi. Chi ha agito si è impossessato di tutta la cassaforte. Ma quello che appare strano riguarda soprattutto un quaderno dove la mamma di Mauro aveva scritto una lettera dedicata al figlio scomparso in cui racconta quella che, secondo lei, è la verità, facendo nomi e cognomi delle persone coinvolte nel rapimento. Dal quaderno, che è stato poi riposto in un cassetto, sono stati strappati e rubati i fogli della lettera.

"Mi chiedo a chi potesse interessare quello che avevo scritto - denuncia Bianca Colaianni – perchè hanno strappato i fogli per far sembrare il quaderno pulito? Nessuno me lo toglie dalla testa che c'entri con la scomparsa di mio figlio e che anche se gli investigatori e la Procura mi dicono che non ci sono più elementi per indagare, io e mio marito pensiamo che ci sia ancora tanto da indagare. Io sento che la questione è ancora aperta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400