Cerca

Dia confisca beni a imprenditore Lecce accusato di usura

Dia confisca beni a imprenditore Lecce accusato di usura
La Direzione Investigativa Antimafia di Lecce ha dato esecuzione ad un decreto di confisca di beni, per un valore di circa € 925.000, riconducibili a Ennio Dantes, 64enne, noto imprenditore leccese operante nel settore della commercializzazione di prodotti per ufficio. Il decreto di confisca è stato disposto dal Tribunale di Lecce – Prima Sezione Penale, nell’ambito di una misura di prevenzione patrimoniale, su richiesta del Direttore della Dia.

Le indagini eseguite a carico di Dantes, nei cui confronti pende anche un procedimento penale per fatti di usura, hanno permesso di accertare una sproporzione tra il patrimonio immobiliare e mobiliare posseduto e le fonti di reddito dichiarate nel tempo. Il provvedimento ha riguardato un compendio immobiliare e mobiliare costituito da un’abitazione ubicata a Torre Dell’Orso, nota località turistica in provincia di Lecce, e da disponibilità bancarie e assicurative.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400