Cerca

Per Lecce Cinema un finale col botto tra Cortellesi e Verdone

Per Lecce Cinema un finale col botto tra Cortellesi e Verdone
di ANGELA LEUCCI

LECCE - Gran finale e sfilata di vip oggi per la XVI edizione del Festival del cinema europeo di Lecce. Tanto per cominciare, tornano Carlo, Luca e Silvia Verdone, per il Premio dedicato al padre Mario e arriva Paola Cortellesi, quale «protagonista» scelta dalla manifestazione assieme a Milena Vukotic Quindi, la cerimonia per l’assegnazione dell’Ulivo d’oro alle pellicole in concorso.

L’attrice romana alle 20, nella sala 1 della Multisala Massimo riceverà l’Ulivo d’oro alla carriera e dialogherà con Carlo Verdone (li ricordiamo insieme in Sotto una buona stella, 2014). Per lei il Festival ha imbastito una retrospettiva composta da cinque film. Dopo l’incontro luci su Scusate se esisto di Riccardo Milani (2014). Altro evento importante della giornata sarà la seconda edizione degli «Stati generali della commedia italiana» a cura di Marco Giusti (inizio alle 10.30, sala 1).
La tavola rotonda, a partire dai nuovi fenomeni comici delle webserie, sempre più al centro dell’interesse dei produttori, intende riflettere anche sullo sviluppo della produzione di commedie, sulle nuove tendenze del cinema comico, sulla divisione sempre più netta tra comicità del sud e comicità del nord Italia e sul successo dei comici non tradizionali. Partecipano al confronto, Claudio Bisio, Nicola Conversa di Nirkiop, Francesco Ebbasta e Ciro Priello di The Jackal, Luigi Luciano in arte Herbert Ballerina, Marcello Macchia in arte Maccio Capatonda, Luca Miniero, Neri Parenti, Verdone e Milani.

Passando al concorso, la premiazione comincerà alle 20 e il film che riceverà l’Ulivo d’oro tra i 10 in gara sarà proiettato in sala 5 alle 22.30. Riguardo al Premio «Mario Verdone», ricordiamo la terna formata da: Perfidia di Bonifacio Angius, Last summer di Leonardo Guerra Sèragnoli e Più buio di mezzanotte di Sebastiano Riso (tutte del 2014); la visione della pellicola in cima al podio sarà alle 22.30 in sala 2. Saranno proclamati anche i vincitori del Premio «Emidio Greco» e dei cortometraggi di Puglia Show. In sala 4 alle 22.30 la ribalta sarà tutta per il trionfatore del Premio Lux 2014, ossia «Ida» di Pawel Pawlikowski ( Polonia- Danimarca).

Gli altri appuntamenti dell’ultima giornata sono: alle 18, in sala 2, Puglia Show Special con la proiezione di Altamentedi Gianni De Blasi; omaggio a Fatih Akin (sala 3, ore 18) con l’opera che l’ha fatto conoscere al grande pubblico, La sposa turca, seguita da Crossing the bridge. La retrospettiva per Milena Vukotic (ieri l’incontro con l’attrice) alle 18 in sala 5 con Cornetti alla crema di Sergio Martino. Due i film nel tributo a Bertrand Tavernier L’occhio del ciclone (ore 20, sala 2) e L’esca (ore 22.15, sala 3). I due registi internazionali sono stati i «protagonisti del cinema europeo» nella kermesse 2015. Da non dimenticare la proiezione dei cortometraggi (Short Matters, fuori concorso Puglia Show , Premio «Emidio Greco»).

Cala il sipario, dunque, sul Festival del Cinema Europeo, un po’ differente quest’anno, per via di un budget inferiore rispetto ad altre edizioni (in tutto 250mila euro), ma che tuttavia non ha impedito la ricerca di crescente qualità nelle proiezioni e negli ospiti. Senza tralasciare le matinée di successo per le scuole e gli studenti universitari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400